le notizie che fanno testo, dal 2010

Napoli, Cancellieri: nuovi militari. Cozzolino: giù le Vele di Scampia

Il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri dopo la visita alla scuola di Scampia in cui è stato crivellato di colpi un uomo dalla camorra, pensa a "intensificare la presenza dei militari". Ma la soluzione per alcuni dovrebbe essere più radicale. Andrea Cozzolino del PD: "vanno buttate giù tutte le Vele, un autentico schiaffo in faccia alla dignità delle persone".

Anna Maria Cancellieri, ministro dell'Interno, dopo aver visitato la scuola "Eugenio Montale" di Scampia dove un uomo di 50 anni è stato ucciso dalla camorra negli scorsi giorni ha affermato: "Stiamo pensando ad intensificare la presenza dei militari". Il ministro Cancellieri aggiunge che "è un territorio molto delicato che ha bisogno soprattutto di intelligenze e presenza di forze dell'ordine". A parte il problema politico, ormai dimenticato, della militarizzazione dei territori, con le forze "ordinarie" di polizia che, paradossalmente, mancano di mezzi e risorse, c'è chi ha ricordato come la "soluzione" del "problema Scampia" debba essere necessariamente più radicale. Il vice capodelegazione del PD al Parlamento europeo Andrea Cozzolino interviene sulle parole del ministro Cancellieri affermando che oltre all' "invio di nuovi militari per integrare le forze dell'ordine nel lavoro di presidio e di pattugliamento dei punti sensibili della città e della provincia" c'è però "un'altra assoluta priorità". Afferma Cozzolino: "vanno buttate giù tutte le Vele, un autentico schiaffo in faccia alla dignità delle persone, innanzitutto della stragrande maggioranza dei cittadini per bene che abitano in quel territorio. Bisogna abbattere e ricostruire dando vita a programmi europei di rigenerazione urbana. Per questo, al Parlamento europeo, abbiamo chiesto e ottenuto una modifica ai regolamenti comunitari affinché una quota dei fondi europei possa essere destinata direttamente ai Comuni per la politica urbana". Aggiunge il parlamentare europeo del PD: "Ora bisogna accelerare l'iter di approvazione del nuovo bilancio per rendere operativi questi strumenti. Ma le istituzioni, Comune, Regione e Governo, se vogliono dare una svolta, possono farlo da subito recuperando dalla mole gigantesca di fondi europei non spesi le risorse da destinare a un vero e concreto Grande Progetto per la riqualificazione di tutta l'area Nord di Napoli, a partire proprio dalle Vele di Scampia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: