le notizie che fanno testo, dal 2010

LTER Italia: conferenza Forestale sugli effetti dei cambiamenti climatici

"Si terrà il 19 giugno, presso l'Aula Magna del Corpo forestale dello Stato dell'Aquila, in via della Polveriera, la conferenza relativa al progetto LTER Italia (Long Term Ecological Research) sugli effetti dei cambiamenti climatici negli ecosistemi di alta quota", viene comunicato dai Forestali.

"Si terrà il 19 giugno, presso l'Aula Magna del Corpo forestale dello Stato dell'Aquila, in via della Polveriera, la conferenza relativa al progetto LTER Italia (Long Term Ecological Research) sugli effetti dei cambiamenti climatici negli ecosistemi di alta quota. Al convegno saranno presentati i dati, raccolti dal Corpo forestale dello Stato in un arco temporale di 30 anni" viene annunciato in una nota dei Forestali.
"Verranno analizzati evidenziando come i veloci cambiamenti climatici hanno influito sugli ecosistemi del Gran Sasso. Il sito è basato su sei aree di 100 metri quadrati ciascuno raggruppati in due insiemi di tre aree ognuno - sottolinea il CFS -, caratterizzati da due distinte comunità vegetali, caratterizzate per la maggior parte da specie perenni con accentuati adattamenti all'aridità e al freddo, particolarmente resistenti ma con bassi valori di resilienza. L'analisi dei dati raccolti nei 30 anni di osservazioni consente di evidenziare importanti cambiamenti nella struttura e nella composizione delle comunità vegetali."
"Tali cambiamenti evidenziano una chiara tendenza all'adattamento all'aridità delle comunità vegetali d'alta quota - descrivono inoltre le Giubbe Verdi -, nelle quali è in corso un processo di graduale degenerazione: si tratta verosimilmente degli effetti del generale cambiamento climatico osservato in tutta l'Italia Centro-Meridionale negli ultimi 50-60 anni che, in alta montagna, si esprime soprattutto attraverso la forte riduzione della durata del manto nevoso."
"La Rete Italiana per la Ricerca Ecologica di Lungo Termine è una rete di siti terrestri, d'acqua dolce, di acque di transizione e marine, sui quali si conducono ricerche ecologiche su scala pluridecennale. Vi appartengono 25 siti distribuiti su tutto il territorio nazionale, gestiti dai principali Enti di Ricerca, Università e Istituzioni che si occupano di ricerca e monitoraggio ecologici in Italia. LTER-Italia è una delle 22 reti nazionali della Rete LTER Europea, che accoglie oltre 400 siti di ricerca" si conclude infine nel comunicato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: