le notizie che fanno testo, dal 2010

Conferenza sul clima Parigi 2015, Puppato (PD): Galletti riferisca in Senato

"Chiediamo che il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti venga nell'aula del Senato a discutere della posizione e degli impegni concreti dell'Italia in vista della Conferenza sul Clima che si svolgerà a Parigi a dicembre 2015", dal PD la posizione di Laura Puppato.

"Chiediamo che il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti venga nell'aula del Senato a discutere della posizione e degli impegni concreti dell'Italia in vista della Conferenza sul Clima che si svolgerà a Parigi a dicembre 2015. Per questo ho messo a punto una mozione sottoscritta dai presidente della Commissione Ambiente Giuseppe Marinello ( Ap ) e dai capigruppo in Commissione Massimo Caleo ( Pd ) - scrive l'esponente dem Laura Puppato in un comunicato -, Giuseppe Compagnone ( Gal ), Aldo Di Biagio e Bruno Mancuso ( Ap ), Albert Laniece ( Aut ), Laura Bignami ( Misto ) che intendiamo discutere presto a Palazzo Madama. Sui cambiamenti climatici serve uno sforzo in più perché Parigi non può fallire."
Precisa la senatrice del PD: "Chiediamo al governo un impegno sul fronte internazionale perché l'Unione europea riveda al rialzo gli obiettivi previsti dal pacchetto Clima-energia al 2030, riducendo del 45 per cento le emissioni, arrivando ad una quota di rinnovabili del 40 per cento e aumentando l'efficienza energetica al 35%. La Conferenza delle parti di Parigi deve partorire un accordo globale vincolante e aderente ai risultati dei rapporti scientifici dell'IPCC per contenere l'aumento della temperatura entro i 2 gradi centigradi. Chiediamo forme di fiscalità ambientale che rivedano in senso sostenibile le imposte sull'energia e sull'uso delle risorse. E' necessario favorire la transizione verso un sistema energetico più sicuro e sostenibile, con investimenti sulla generazione, sulle reti e sull'efficienza energetica e rimuovendo subito tutti gli incentivi e i sussidi diretti e indiretti ai combustibili fossili. Entro settembre va approvata la Strategia nazionale sui cambiamenti climatici elaborata dal ministero. Serve una 'Roadmap della decabornizzazione' che riguardi tutti i settori, per perseguire gli obiettivi comunitari al 2050. Va sostenuta la ricerca, promosse le smart city, favorita la diffusione del gas naturale. E poi sono necessari interventi sui trasporti, con un'ulteriore riduzione delle emissioni delle automobili e un potenziamento delle alternative. Gli interventi per la riduzione delle emissioni a tutti i livelli di governo vanno svincolati dal Patto di stabilità, perché sono un investimento nel futuro e sullo sviluppo."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: