le notizie che fanno testo, dal 2010

Calendario Toscani 2011: foto del pube, la vera pelle italiana

Oliviero Toscani è l'autore del calendario di "Vera pelle italiana conciata al vegetale", un Consorzio che "raggruppa concerie pisane che producono pellami conciati con sostanze derivate da piante e cortecce". Stavolta la "pelle" è il pube femminile. Che noia.

La presentazione del Calendario Toscani 2011 tratta dal sito del "Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale" ha un che di imbarazzante, tanto da "girare il monitor" se si è in ufficio (o si hanno dei bimbi in giro) anche per la fotografia inequivocabile mostrata senza preavviso.
"Sono bruni, biondi, rossi, castani, i 12 triangoli pubici immortalati da Oliviero Toscani per il Calendario 2011 del Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale" scrive il Consorzio e poi sottolinea le parole di Oliviero Toscani: "Qui si mostra l'essenziale e non quello che si vede nei soliti volgari calendari delle pin up: mostrano tutto, meno che quello. Un disvelamento al contrario. Queste dodici, magnifiche 'tarte au poil' senza età, sono autentiche".
Il fotografo abituato agli scandali (uno per tutti le foto di Isabelle Caro, la modella anoressica scomparsa da pochi giorni) poi aggiunge: "Quelli della Pelle Conciata al Vegetale in Toscana realizzano un prodotto unico al mondo, proprio come la pelle di queste nature".
Il calendario sarà presentato ufficialmente oggi a Pitti Uomo 2011 in un dibattito pubblico a Firenze presso lo spazio Alcatraz della Stazione Leopolda e la distribuzione avverrà, come scrive pellealvegetale.it "in allegato alla rivista mensile Rolling Stone Magazine nel numero di gennaio 2011".
Il binomio "pelle" e "pubi" ha ricordato a mezza Italia (soprattutto in Campania) il significato volgare e offensivo di "farsi una pelle" che per molti ha ispirato la "trovata" del calendario.
Piovono critiche da gran parte del mondo femminile, da Mara Carfagna, Ministro delle Pari Opportunità, a Rosa Maria di Giorgi, l'assessore all'istruzione del Comune di Firenze.
Effettivamente un calendario di "12 triangoli pubici" mancava nelle edicole, almeno come bignami della volgarizzazione che, in questi ultimi decenni, sta subendo il corpo delle donne.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: