le notizie che fanno testo, dal 2010

Tragedia di Superga, Branduardi: oggi il calcio è finto e finito

Angelo Branduardi ricorda la tragedia di Superga del 1949, quando morì l'intera squadra del Grande Torino per un incidente aereo. Il cantante però sottolinea su facebook: "Non ci sia rimasto più nulla di quello sport".

"Una sciagura ancora impressa nella memoria collettiva, per tante ragioni..." scrive su Facebook Angelo Branduardi, ricordando la tragedia di Superga del 1949, quando a causa di un incidente aereo morì l'intera squadra del Grande Torino.

Per ricordare questa tragedia che ha sconvolto il mondo delo sport, la FIFA ha proclamato il 4 maggio come Giornata mondiale del giuoco del calcio.

Branduardi però sottolinea: "Oggi sembra addirittura scontato e qualunquistico ribadirlo, però la sensazione comune è che non ci sia rimasto più nulla di quello sport. - aggiungendo - É tutto finto e finito, e non per colpa dei ripetuti episodi di violenza nelle tifoserie, ma perchè gli interessi delle Società, degli sponsor e della Tv hanno mortificato irreparabilmente questa ed altre discipline sportive che dovevano (e potevano) essere solo occasione di aggregazione e di festa".

© riproduzione riservata | online: | update: 04/05/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Tragedia di Superga, Branduardi: oggi il calcio è finto e finito
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI