le notizie che fanno testo, dal 2010

Serie A: 2 a 0 al Lecce, ora anche il Palermo lotta per la vetta

Il posticipo del turno infrasettimanale della nona giornata di Serie A ha visto la conferma del Palermo a ridosso delle grandi, dopo le sconfitte rimediate da Milan e Roma. Il Lecce di Eusebio Di Francesco si arrende così alla superiorità degli uomini di Mangia che vanno in gol con Pinilla (su rigore) al 17esimo e con Hernandez al 77esimo.

Riecco il Palermo. La squadra che tanto bene aveva fatto all'inizio del campionato torna a vincere con un bel 2 a 0 contro il Lecce, nel posticipo della nona giornata di Serie A. I rosanero venivano dalle sconfitte contro Milan e Roma che pare non abbiano intaccato la solidità e la determinazione degli uomini di Mangia. Il Lecce proviene invece dalla rocambolesca quanto incredibile sconfitta contro i rossoneri (da 3-0 a 3-4). Il tecnico del Palermo decide di lasciare fuori Miccoli, forse a causa delle sue origini salentine che lo portarono alle lacrime dopo aver segnato un gol ai leccesi nella partita giocata nella scorsa stagione allo stadio Via del Mare. Parte benissimo il Palermo che va subito vicino al gol al 2' e con un colpo di testa di Silvestre al 23'. E' solo il preludio al gol che arriva al 27' con Pinilla su rigore procurato da Hernandez. Il Lecce pare frastornato e si affida a un Corvia troppo impreciso, così la squadra di Mangia continua a macinare gioco, soprattutto sulla destra dove Tomovic non sembra essere all'altezza di avversari come Ilic e Migliaccio. Nella ripresa i giallorossi provano a reagire in modo più convinto. Ci riescono con Piatti, che però calcia a lato su una corta respinta dei siciliani, e Cuadrado che, su lancio perfetto di Grossmuller, perde l'attimo buono e sciupa una buona occasione. Al 68' è il momento di Miccoli che, nonostante l'emozione di giocare contro la squadra per la quale ha sempre tifato, va vicino a firmare il raddoppio rosanero con un tiro che sfiora il palo della porta difesa da Benassi. Ma al 77' ci pensa Hernandez a chiudere i conti per il Palermo, con un tiro di sinistro che si chiude nell'angolino basso a destra della porta pugliese. Dopo questa sconfitta il Lecce vede aggravare ancora di più la propria posizione in classifica, con appena quattro punti raccolti in nove giornate, meglio solo del Cesena a quota 3. Dall'altra parte il Palermo ha invece tanti motivi per esultare, ovvero la ritrovata vittoria e le tre lunghezze che lo separano dalla vetta della classifica. I rosanero sono infatti a quota 13 come il Cagliari, ma hanno davanti a se Milan, Napoli, Lazio, Udinese e la Juve capolista, tutte raccolte in soli tre punti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Cagliari# Cesena# Lazio# Lecce# Milan# Napoli# Palermo# Roma# Serie A# Udinese