le notizie che fanno testo, dal 2010

La favola di Cabanas: proiettile in testa, ma torna in campo

Salvador Cabanas ha annunciato il suo ritorno nel calcio professionistico, due anni dopo esser stato colpito alla testa da un proiettile. Il 31enne paraguayano, al quale non è mai stato tolta la pallottola dal cranio, vestirà la maglia del "12 de Octubre", squadra nella quale esordì nel 1997 e che milita nella serie B paraguayana.

Dopo l'incubo Salvador Cabanas è pronto a ricominciare la sua vita, il calcio. L'attaccante del Paraguay tornerà infatti a giocare a livello professionistico dopo che circa due anni fa fu vittima di un colpo di pistola alla testa ricevuto in un bar di Città del Messico, in seguito a una discussione con un presunto trafficante di droga. La favola di Cabanas iniziò subito dopo la settimana di coma quando dichiarò: "tornerò a giocare". In pochi ci credettero, visto che la pallottola è poi rimasta sempre imprigionata nella testa perché troppo rischiosa da rimuovere. E invece, a pochi giorni dall'anniversario di quella terribile notte, il 31enne paraguayano ha annunciato il ritorno al calcio professionistico con un contratto per un anno per il club "12 de Octubre", che milita nella seconda divisione paraguayana. A confermare la notizia è stata anche la moglie di Cabanas, Marìa Alonso: "Siamo davvero contenti che gli abbiano dato questa opportunità, Salvador ha sempre sognato di ritornare sui campi da gioco", ha detto la donna al giornale messicano "Reforma".
Anche il presidente del "12 de Octubre", Luis Salinas, abbraccia Cabanas in questa nuova avventura nel club dove ha esordito nel lontano 1997, confermando la presentazione, prevista per oggi, e il debutto agli allenamenti da lunedì. "Salvador ha scelto il suo primo amore per tornare a giocare a calcio", ha sottolineato Salinas a "ABC".
A fare il punto sulla condizione fisica di Cabanas ci ha pensato invece il padre: "Salvador sta bene. Gli mancano ancora alcune cose come il ritmo, la velocità, ma continuerà l'allenamento sia per uno che per l'altra con il suo club".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# amore# calcio# droga# fisica# Messico# Paraguay