le notizie che fanno testo, dal 2010

Europei Under 21 2013: lettera a UEFA contro Israele organizzatore

Circa una sessantina di calciatori, tra cui Didier Drogba e Frédéric Kanouté, con Eden Hazard (del Chelsea), Abou Diaby (dell'Arsenal) e Jeremy Menez (del Paris Saint-Germain), hanno inviato all'UEFA una lettera per protestare contro la decisione di assegnare a Israele l'organizzazione dei campionati Europei Under 21 nel 2013.

Dopo il voto dell'ONU che ha ammesso la Palestina a Stato Osservatore non membro, Israele comincia una politica di offesa. Se da una parte c'è Stevie Wonder che ha deciso di annullare un concerto per i soldati israeliani "data la situazione attuale e molto delicata", dall'altra ci sono alcuni calciatori che decidono di protestare contro la decisione di assegnare a Israele l'organizzazione dei campionati Europei Under 21 nel 2013. Sono circa una sessantina i calciatori che hanno infatti inviato una lettera di protesta all'UEFA che, secondo i firmatari, avrebbe "chiuso gli occhi di fronte alla recente offensiva israeliana contro la Striscia di Gaza", come riporta Nena News. Nella lettera i calciatori, tra cui Didier Drogba e Frédéric Kanouté, con Eden Hazard (del Chelsea), Abou Diaby (dell'Arsenal) e Jeremy Menez (del Paris Saint-Germain), esprimono quindi "solidarietà al popolo di Gaza che vive da molto tempo in stato di assedio, a cui sono negati i diritti umani fondamentali: la dignità e la libertà", precisando che " gli ultimi bombardamenti israeliani su Gaza , che hanno provocato la morte di un centinaio di civili, sono stati una nuova offesa alla coscienza del mondo".

Aggiornamento: Didier Drogba smentisce di aver firmato la lettera di protesta inviata alla UEFA, e sul suo sito precisa: "Il mio nome è elencato in una dichiarazione di sostegno della Palestina, rispondo e aggiungo chiarimenti. Non ho firmato la petizione e non ho dato il mio sostegno a questa iniziativa. E questo perché non ho mai preso le parti, anche nel mio paese, la Costa d'Avorio, in qualsiasi conflitto. Il mio obiettivo è sempre stato quello di lavorare per la riconciliazione, ma anche per cercare di lottare contro ogni forma di ingiustizia e di discriminazione, come cerco di fare con il Didier Drogba Foundation".

Figura come unico firmatario per l'Italia è il giocatore Abdoulaye Baldé, attaccante francese che milita attualmente nella Lumezzane (Brescia).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: