le notizie che fanno testo, dal 2010

Abete: parole di Antonio Conte non delegittimano la Figc

Il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete è soddisfatto della novità degli arbitri di porta. Sulle parole di Antonio Conte, Abete invece precisa che queste non delegittimano la Figc, affermando che la giustizia sportiva può migliorare con "proposte e non proteste".

Dopo la prima giornata di campionato, che vede l'esordio dell'arbitro di porta, parla a Radio Anch'io lo sport il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete, che gudica positivamente la novità. "Con gli arbitri addizionali l'errore non può essere cancellato ma il margine di errore diminuisce" sottolinea Abete, spiegando che quelli di porta "sono tutti arbitri in attività, è una novità molto importante e testimonia la volontà di fare il massimo affinché la partita possa essere arbitrata nelle condizioni migliori". Abete è soddisfatto anche di come sia iniziato il campionato, perché "si è riusciti a governare una fase che rischiava di diventare caotica", pur ricordando che "ci sono ancora indagini in corso". Abete quindi precisa che "il quadro normativo della giustizia sportiva è migliorabile", anche se non manca di chiarire che ciò deve "essere frutto di proposte e non di proteste". Le parole di Antonio Conte, prosegue quindi Abete, non delegittimano la Figc, concludendo che "si possono criticare gli organi di giustizia nelle loro sentenze ma non nella loro funzione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: