le notizie che fanno testo, dal 2010

Di Natale, messaggio a Prandelli: io oltre 60 gol, se vuoi ci sono

L'attaccante dell'Udinese sogna da tempo un ritorno in maglia azzurra e lancia un chiaro segnale a Prandelli. "Io sono a disposizione" ha detto Di Natale, candidandosi a sostituire gli infortunati Cassano e Rossi, "titolari" del ct azzurro.

Totò Di Natale si candida ufficialmente per un posto agli Europei. Non è una novità, ma dopo aver siglato contro la Roma il nono centro in campionato e aver portato l'Udinese ai vertici della classifica (i bianconeri sono secondi in campionato, a un punto dalla Juve) l'attaccante napoletano non sa più che fare per convincere il ct della nazionale italiana Cesare Prandelli. "Non credo che far parte della Nazionale sia una questione di carta d'identità" ha dichiarato Di Natale, che ricorda al ct azzurro gli oltre 60 gol che gli hanno permesso in tre anni di vincere per due volte la classifica cannonieri e di essere secondo nell'attuale, alle spalle di Denis che ha segnato una volta di più. "Io sono a disposizione - ha comunque ammesso l'attaccante bianconero - Poi però le decisioni spettano ovviamente al ct ed è chiaro che sarei molto felice di poter vestire la maglia azzurra e rappresentare l'Italia". Prandelli, che ha messo da tempo Di Natale fuori dal giro della nazionale, potrebbe ricredersi anche considerando i lunghi infortuni di Antonio Cassano e Giuseppe Rossi che quasi sicuramente non faranno parte dell'avventura europea azzurra in Polonia e Ucraina. Di Natale per il momento resta concentrato sul campionato di alto livello che sta offrendo la sua Udinese, che potrebbe portarlo ad eguagliare il record di Michel Platinì, vincitore per tre volte della classifica cannonieri. "Non ci penso ci sono tanti campioni - ha ammesso il calciatore che incorona Ibrahimovic come diretto contendente. "Io non ci penso. Voglio segnare per il bene dell'Udinese, poi a fine campionato vedremo chi ha fatto più gol".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: