le notizie che fanno testo, dal 2010

Berlusconi e la sala del bunga bunga: parla C. su L'Espresso

"L'Espresso" offre un'anticipazione di ciò che pubblicherà domani in edicola, rivelando che "non sono solo Lele Mora ed Emilio Fede i procacciatori di giovani bellezze per Silvio Berlusconi" ma "diversi imprenditori". E intervista C., che racconta del bunga bunga.

"L'Espresso" offre un'anticipazione di ciò che pubblicherà integralmente domani in edicola, rivelando che "non sono solo Lele Mora ed Emilio Fede i procacciatori di giovani bellezze per Silvio Berlusconi" ma "diversi imprenditori sarebbero impegnati a reclutare ragazze per le serate hard di Arcore".
L'anticipazione dell'intero articolo, scritto da P. Biondani e M. Portanova, si può leggere integralmente al link (http://tinyurl.com/4dh4txd). L'Espresso ha infatti intervistato una ragazza di 20 anni, "citata negli atti inviati in Parlamento dalla procura di Milano", che naturalmente non vuole apparire e verrà chiamata semplicemente C.
Questa ragazza "non vuole essere associata a escort e simili" anche perché spiega di aver "accettato l'invito" pensando che le "sarebbe tornato utile per il lavoro" visto che aveva "già partecipato a un paio di programmi di Rai e Mediaset". Ma C. vista la piega della serata ad un certo punto se n'è andata. "Volevo dimostrare che ero una brava ragazza..." racconta infatti ai giornalisti de L'Espresso, anche se da allora la sua carriera "si arena".
L'invito che C. aveva accettato era di "un imprenditore del ramo auto di lusso" che le promette di fargli "conoscere Lui". C. capisce immediatamente di chi si sta parlando e anche se non ci crede troppo accetta l'appuntamento. La sera, quindi, "si ritrova in auto con altre tre ragazze, a far rotta verso la dimora presidenziale".
Anche C. racconta di essere entrata a Villa San Martino senza alcun tipo di controllo, "né dei documenti né delle borse" e che a cena "ogni portata era inframmezzata da un regalo: un anello dopo l'antipasto, un bracciale dopo il primo, una collana dopo il secondo". C. racconta anche della "sala del bunga bunga", con la centro un palo da lap dance e intorno le poltrone.
"Sul lato sinistro erano seduti Lele Mora ed Emilio Fede, Berlusconi stava di fronte al palo, su una poltrona bianco panna" spiega a L'Espresso C., che precisa che chi non si esibisce si siede tranquillamente a vedere lo "spettacolino".
"Vestite da poliziotte e infermiere sexy ballavano, si toccavano, si baciavano e di tanto in tanto si avvicinavano a Berlusconi - rivela C. - Che a sua volta le toccava e le baciava senza dire nulla, come per testarle". Insomma, una scena simile a quella che le cronache di questi giorni hanno già raccontato basandosi su altre testimonianze.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: