le notizie che fanno testo, dal 2010

Scout aggrediti a Novara da bulli. Ferrara (PD): serve un percorso di cittadinanza, anche digitale

"L'attacco dei bulli agli scout milanesi, avvenuto a Novara, è grave anche perché proprio Novara è una città simbolo dell'impegno per i ragazzi. Le nuove generazioni vanno accompagnate in un percorso di cittadinanza, anche digitale, da costruire insieme", diffonde in una nota la senatrice del Partito Democratico Elena Ferrara.

"L'attacco dei bulli agli scout milanesi, avvenuto a Novara, è grave anche perché proprio Novara è una città simbolo dell'impegno per i ragazzi" diffonde in una nota la senatrice del PD Elena Ferrara. Una banda di cinque giovani tra i 16 e i 18 anni hanno infatti aggredito un gruppo di scout dell'Agesci proveniente da Corbetta in via Monte San Gabriele, a Novara, non lontano dalla parrocchia Sacra Famiglia. Gli scout erano a Novara per uno scambio con gli scout locali. Tornati a Corbetta, i genitori hanno portato i ragazzi al pronto soccorso di Magenta: quattro scout sono stati refertati per ematomi, sanguinamenti dal naso, bocca, orecchie e ginocchia.
"La nostra città e la provincia hanno vissuto direttamente le conseguenze, anche drammatiche, legate al bullismo in tutte le sue forme. - ricorda l'esponente dem - Il nostro territorio ha saputo reagire con esperienze positive di formazione, attivando progettualità educative, nelle scuole di ogni ordine e grado, in rete con i servizi e le associazioni locali"
"Il sindaco Andrea Ballarè ha confermato la piena disponibilità della città, non solo per individuare i responsabili, ma anche per comprendere la natura di un'ostilità verso il diverso che, a fronte dei pochi chilometri che separano i due Comuni, appare ancor più allarmante. - prosegue la parlamentare - Da circa tre anni sono impegnata quotidianamente contro bullismo e cyberbullismo. L'educazione all'affettività, al rispetto delle diversità, alla parità di genere e all'uso consapevole della Rete, unite alla promozione delle pratiche artistiche e musicali all'interno dell'attività scolastica sono tutti elementi richiamati dalla legge 107/2015 di riforma del sistema di istruzione e formazione che interessano da vicino la relazione tra pari".
"Le istituzioni possono fare molto, ma risulta fondamentale il ruolo della comunità. - osserva in conclusione Elena Ferrara - Le nuove generazioni vanno accompagnate in un percorso di cittadinanza, anche digitale, da costruire insieme. Perché la libertà di espressione, come pure il crescente bisogno di affermazione legato ad una società selettiva e sempre connessa non può prescindere dal rispetto dell'altro".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: