le notizie che fanno testo, dal 2010

Cyberbullismo: 9 vittime da inizio 2014. PD: legge per fronteggiare emergenza

La Procura di Padova apre una inchiesta sul suicidio della ragazzina 14enne che si è lanciata dal tetto di un albergo abbandonato di Cittadella dopo essere stata "provocata dalle offese ricevute sul social network Ask.fm, un sito che ha una utenza quasi esclusivamente composta da adolescenti tra i 13 e i 18 anni" come denuncia la senatrice del PD Donella Mattesini che chiede "al Governo e al Parlamento di fronteggiare questa emergenza accelerando la discussione in Senato del Ddl sul cyberbullismo".

La Procura di Padova apre una inchiesta sul suicidio della ragazzina 14enne che si è lanciata dal tetto di un albergo abbandonato di Cittadella dopo aver più volte manifestato la volontà di volersi uccidere, o comunque compiere atti di autolesionismo, sul social network Ask.fm. La Procura di Padova apre un fascicolo, per il momento senza indagati, "per atti relativi" alla morte della 14enne. Attualmente non ci sarebbe un preciso capo d'accusa, ma i magistrati indagano per capire se alcuni utenti di social network Ask.fm potrebbero aver istigato al suicidio la ragazzina. La morte della 14enne di Padova, infatti, potrebbe essere stata "provocata dalle offese che la ragazza ha ricevuto sul social network Ask.fm, un sito che ha una utenza quasi esclusivamente composta da adolescenti tra i 13 e i 18 anni ed è un sito dove si può picchiare al buio con le parole che non fanno meno male delle violenze fisiche" come sottolinea la senatrice Donella Mattesini, capogruppo PD in Commissione bicamerale Infanzia, che è intervenuta nell'aula di Palazzo Madama insieme alla senatrice democratica Elena Ferrara. Mattesini precisa quindi: "Le violenze verbali dei giovani si scatenano con la stessa naturalità con cui l'acqua esce dal rubinetto. Questa situazione è insostenibile. - e ricorda - Sono 9 dall'inizio dell'anno i minori che si sono tolti la vita in seguito ad episodi di cyberbullismo". La senatrice chiarisce quindi come sia "un'emergenza, quella della violenza che corre sul web, che purtroppo coinvolge sempre più i nostri ragazzi", rammentando una recente indagine di Save the Children che rivela come il "69% dei ragazzi che frequentano i siti si isola, il 62% si rifiuta di andare a scuola, il 52 % cade in depressione". Donella Mattesini chiede quindi "al Governo e al Parlamento di fronteggiare questa emergenza accelerando la discussione in Senato del Ddl del PD, a prima firma Elena Ferrara, 'Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto dell fenomeno del cyberbullismo' ".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: