le notizie che fanno testo, dal 2010

Ex fonico Modà Paolo Bovi tenta suicidio: lo salva braccialetto elettronico

L'ex tastierista e fonico dei Modà Paolo Bovi, accusato di "violenza sessuale" nella fattispecie però della "lieve entità" nei confronti di minori, è scappato dagli arresti domiciliari e ha tentato il suicidio. I Carabinieri lo hanno rintracciato e salvato grazie all'input del braccialetto elettronico.

L'ex tastierista e fonico dei Modà, Paolo Bovi, ha tentato il suicidio la scorsa notte. Paolo Bovi era agli arresti domiciliari, perché accusato di "violenza sessuale" nella fattispecie però della "lieve entità", nei confronti di minori. Il gip aveva concesso i domiciliari a Paolo Bovi con l'obbligo, però, di indossare il braccialetto elettronico. Ed è stata proprio grazie al segnale che lancia il braccialetto elettronico che i Carabinieri di Cassano d'Adda hanno individuato, e salvato, l'ex tastierista dei Modà dopo che era scappato dai domiciliari. I carabinieri hanno trovato Paolo Bovi in auto, con all'interno un tubo di gomma attaccato allo scappamento. Sembra inoltre che l'uomo sia stato trovato non lucido, si ipotizza ubriaco e forse sotto effetto di qualche sostanza stupefacente. I carabinieri hanno quindi dapprima trasportato Bovi nell'ospedale di Cernusco ed in seguito in carcere a San Vittore, con l'accusa di evasione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: