le notizie che fanno testo, dal 2010

Boxe, dramma sul ring, il russo Simakov muore dopo il ko

E' morto il pugile russo Roman Simakov in seguito al ko subito lunedì nel match contro il connazionale Sergei Koralev valido per il titolo intercontinentale Wbc dei pesi mediomassimi. Portato via in barella e operato d'urgenza al cervello, il 27enne non ha più ripreso conoscenza. La Federpugilato russa ha aperto un'inchiesta.

Non ce l'ha fatta Roman Simakov. Il pugile russo è deceduto a seguito di un ko subito dal connazionale Sergei Koralev, nel match di lunedì valido per il titolo intercontinentale Wbc dei pesi mediomassimi. Simakov, dopo esser stato messo a tappeto al sesto round, si era rialzato ma ha continuato a subire tremendi colpi alla testa fino alla settima ripresa, finendo inevitabilmente ko. Dopo essere stato portato via in barella, il 27enne russo è stato operato d'urgenza al cervello, ma non ha mai ripreso conoscenza. A rendere nota la notizia è stata la Rbf, federazione del pugilato russo, che ha però precisato che sull'accaduto "è stata aperta un'inchiesta per capire le cause della sua morte".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# cervello# pugilato