le notizie che fanno testo, dal 2010

Huffington Post in Italia, joint venture con l'Espresso. Il Direttore?

HuffPo sbarca in Italia a mezzi con l'Espresso. La creatura di Arianna Huffington e AOL, arriva dopo Canada, UK e lunedì Parigi con l'edizione italiana. Si prevede la solita "all star" di blogger "già star", e incomincia il toto-direttore. Si fanno in giro i nomi di Riccardo Luna (ex Wired) e Luca Sofri (Il Post).

Trema il mondo del web italiano. Dopo la rivoluzione di Google News dove ormai, per ora, sembra si dia solo spazio solo alle "major" come incomincia a denunciare il Salvagente (http://is.gd/8LdvIK) ricordando che se "dovesse continuare così, si potrebbe parlare di una vera e propria 'distorsione del mercato', che potrebbe interessare l'Antitrust", arriva in Italia anche il ciclone Huffington Post. The Huffington Post, detto anche HuffPo, è un enorme "superblog" statunitense con una piattaforma tecnologica estremamente aggressiva (alcuni l'hanno anche definita "parassitaria" http://is.gd/SKny90) e una partecipazione (almeno negli USA) di circa 20mila blogger volontari, che sta espandendo il suo "format" in tutto il mondo. Quest'anno sono stati lanciate infatti le edizioni The Huffington Post UK e The Huffington Post Canada, The Huffington Post Francia è atteso per il debutto lunedì prossimo mentre The Huffington Post spagnolo sarà lanciato a marzo. HuffPo è chiaramente ormai diventato un industria soprattutto da quando è di proprietà di AOL, e molti blogger, di conseguenza avevano dato segni di ribellione (http://is.gd/0V9Jl5). Ovvio lo sbarco anche in Italia dove vanta già numerevoli tentativi di "ispirazione". Ad esempio "Il Post" (ilpost.it) o il "Il Fatto Quotidiano" (ilfattoquotidiano.it) per alcuni osservatori avevano già subito molto l'influenza della creatura fondata nel 2005 da Arianna Huffington (con Kenneth Lerer e Jonah Peretti), il secondo per molti anche nell'impaginazione. Come recita una nota di Repubblica "Con questa operazione il Gruppo Espresso, che su internet raggiunge un'audience mensile pari a 10,1 milioni di Utenti Unici (Audiweb dati Panel, novembre 2011) e che, con Repubblica.it, già detiene il primato dell'informazione online in lingua italiana, imprime oggi un'ulteriore importante accelerazione al proprio sviluppo sulle piattaforme digitali". Insomma, continua a piovere sul bagnato. Pare che la joint venture tra l'Espresso e The Huffington Post Media Group sia paritaria (quindi al 50 per cento), e che lo staff del "superblog" sia già in fase di selezione. Alcuni già prevedono una passerella "all star" dei blogger italiani più famosi, e si è già partiti con il toto-direttore. I rumors danno in pole position Riccardo Luna (ex direttore di Wired) che su Twitter ha già cinguettato "sarà il gruppo Espresso il partner di Arianna Huffington: chi sarà il direttore dell'Huffington Post italiano?" (http://is.gd/qDoqAc) e Luca Sofri (fondatore e direttore de Il Post).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: