le notizie che fanno testo, dal 2010

UE pensa a rinnovo fitofarmaco letale per bachi da seta e api ma in Italia resta divieto Fenoxicarb

"Il fitofarmaco Fenoxicarb, letale per i bachi da seta e per le api, rimarrà vietato nei campi italiani e il nostro Paese intende fare pressioni a livello europeo affinché nella procedura di rinnovo della registrazione del prodotto Insegar della Syngenta si tenga conto della posizione di contrarietà", afferma in una nota la parlamentare dem Laura Puppato.

"Il fitofarmaco Fenoxicarb, letale per i bachi da seta e per le api, rimarrà vietato nei campi italiani e il nostro Paese intende fare pressioni a livello europeo affinché nella procedura di rinnovo della registrazione del prodotto Insegar della Syngenta si tenga conto della posizione di contrarietà che accomuna alcuni Paesi membri del sud dell'UE. E' quanto ha assicurato il viceministro Olivero, rispondendo nella Commissione Sanità del Senato ad una mia interrogazione" diffonde in una nota l'esponente PD Laura Puppato.
"Negli anni '90 il Fenoxicarb è stato letale per la bachicoltura italiana. In questo momento è in corso la procedura europea di rinnovo della registrazione di un prodotto che contiene questa sostanza - chiarisce in ultimo la senatrice -, che prevede una valutazione di tutte le conseguenze sugli ecosistemi e sulle colture di un'eventuale reintroduzione. Il Ministero delle Politiche agricole ha ribadito che in questi due anni l'obiettivo è stato di puntare alla primaria tutela del nostro patrimonio di biodiversità. La bachicoltura è in ripresa in Italia e rappresenta un'eccellenza. Non si può autorizzare di nuovo un fitofarmaco che colpirebbe bachi, lepidotteri e api e per questo dobbiamo svolgere un'azione di lobby positiva sull'UE."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# api# biodiversità# Italia# Laura Puppato# lobby# Paese# PD# Senato# UE