le notizie che fanno testo, dal 2010

Milano cade anche a Tel Aviv, si complicano le top 16

L'Olimpia Milano mette paura al Maccabi giocando tre quarti di alto livello. Ma, alla luce di quanto creato nella prima frazione, le magliette gialle vincono per 85-76 e volano verso le top 16. Per seguirla Milano dovrà necessariamente vincere tre delle quattro gare ancora da giocare, a cominciare dal primo dicembre al Mediolanum Forum contro il Real Madrid.

Alla fine l'impresa non c'è stata, ma poco c'è mancato. L'Olimpia Milano cade per la quarta volta su sei partite in Eurolega nella trasferta di Tel Aviv contro il Maccabi. Gli uomini di Scariolo, autori di un'eccellente ripresa, si sono dovuti arrendere alle magliette gialle al termine di una gara giocata a livelli altissimi. La sconfitta viene scavata nel primo quarto quando Sofoklis Schortsianitis fa girare la testa all'EA7, mettendo a segno 28 punti in 24'. Il +16 del Maccabi fa però tirar fuori tutta la forza di Gallinari e compagni. Proprio il "Gallo" gioca i successivi tre quarti in maniera sopraffina, mettendo a segno 24 punti che, assieme a quelli di Omar Cook (12) e di Antonis Fotsis (15), riportano i meneghini sul -3. Sale così in cattedra Farmar, ex campione NBA con i Lakers, che segna cinque punti e trascina alla vittoria (85-76) il Maccabi che vola verso le top 16. Per seguirla Milano dovrà necessariamente vincere tre delle quattro gare ancora da giocare. E questa si che sarà un'impresa.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Milano# Tel Aviv