le notizie che fanno testo, dal 2010

Basket: Nba in sciopero. Con il "lockout" si rischia il campionato

Stelle Nba in sciopero "sine die", visto che non si è riusciti a trovare un accordo sul nuovo contratto. Anche nel mondo dorato del basket stelle e strisce la crisi si fa sentire. I costi di gestione sono troppo alti, anche per le stelle che fanno canestro.

Come nel 1998 il mondo del basket Nba entra in sciopero. Dal primo luglio i giocatori di basket più conosciuti (e pagati) del mondo incrociano le braccia e rivelano, attraverso la Players Association, che non sono disposti a scendere in campo alle condizioni poste dai proprietari dell'Nba. In pericolo quindi il campionato che inizia in autunno, ma anche l'immagine dei giocatori stessi che, ovviamente, incominciano ad essere criticati dai fan per il fatto che, in questo momento di crisi, non è proprio un bel gesto non "accontentarsi". La National Basketball Association non è riuscita a trovare un accordo sulla fetta dei compensi da spartire con i giocatori, anche perché i proprietari incominciano a chiedere, sostanzialmente, la fine dell'epoca d'oro, ovviamente per quanto rigurda gli stipendi delle "stelle". La Nba difatti sino alla scadenza dell'ultimo contratto, cioé fino alla mezzanotte del 30 giugno, pagava il 57 per cento degli incassi "ai giocatori", mentre ora vuole passare (anche se progressivamente) al 40 per cento. Per le stelle dell'Nba si tratta quindi di una situazione "inaccettabile" che ha provocato lo sciopero, il "lockout" come si dice negli USA.
Basket: Nba in sciopero. Con il "lockout" si rischia il campionato

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# basket# crisi# sciopero# stelle