le notizie che fanno testo, dal 2010

USA: deficit "molto ampio", a rischio abbassamento del rating

L'agenzia di rating Standard e Poor's, ha passato l'outlook del debito americano da "stabile" a "negativo", pur mantendendo per gli USA la "tripla A", anche se vi è il rischio di un abbassamento di rating sul Paese perché non chiaro il percorso che porterà gli USA a ridurre il deficit "molto ampio".

"A oltre due anni dall'inizio dell'ultima crisi i legislatori americani non hanno ancora trovato un accordo su come contrastare il recente deterioramento fiscale o correggere le pressioni fiscali di lungo periodo" spiega in una nota l'agenzia di rating Standard & Poor's, che ieri ha passato l'outlook del debito americano da "stabile" a "negativo", pur mantendendo per gli USA la "tripla A". La Standard & Poor's spiega che nonostante "l'economia USA è flessibile e altamente diversificata e le politiche monetarie del Paese hanno sostenuto la produzione contenendo le pressioni inflazionistiche", l'agenzia di rating sottolinea come non gli sia chiaro il percorso che porterà a ridurre il deficit "molto ampio", rispetto "agli altri Paesi con tripla A", degli Stati Uniti. Per S&P, quindi , vi sarebbe "il rischio effettivo che gli USA non riescano a raggiungere un accordo per risolvere le sfide di bilancio di medio e lungo termine entro il 2013". La Standard & Poor's conclude spiegando che, quindi, "la mancanza di un accordo del genere o un ulteriore deterioramento fiscale dovuto a una causa qualsiasi ci potrebbe portare ad abbassare il rating sul Paese".
Questa rivisitazione dell'outlook a "negativo" non ha, nella storia recente, alcun precedente, e probabilmente anche per questo motivo le borse mondiali chiudono tutte a picco. Dagli Stati Uniti, invece, solo un commento, e cioè che occorre "non dare troppo peso" a Standard & Poor's poiché tale giudizio sarebbe più che altro "politico".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: