le notizie che fanno testo, dal 2010

Per BCE Banca Carige sorvegliata speciale. Altroconsumo: giudizio sospeso

"In una comunicazione inviata a febbraio a Banca Carige, finora non resa nota ai mercati, la BCE chiede all'istituto di approntare entro il 31 marzo un nuovo piano di finanziamento e, entro il 31 maggio, un nuovo piano industriale che tenga conto del peggioramento dello scenario economico rispetto a quando era stato preparato il precedente, e un piano che illustri 'le opzioni strategiche del gruppo'", segnala in una nota Altroconsumo.

"In una comunicazione inviata a febbraio a Banca Carige - viene fatto sapere in un comunicato da Altroconsumo -, finora non resa nota ai mercati, la BCE chiede all'istituto di approntare entro il 31 marzo un nuovo piano di finanziamento e, entro il 31 maggio, un nuovo piano industriale che tenga conto del peggioramento dello scenario economico rispetto a quando era stato preparato il precedente, e un piano che illustri 'le opzioni strategiche del gruppo'."
L'associazione dei consumatori informa inoltre: "Altroconsumo sospende dunque il giudizio di affidabilità sulla banca e invita i risparmiatori ad adottare comportamenti di cautela e scegliere in tempo per i propri risparmi. Infatti mentre sino ad oggi le posizioni della Banca e del gruppo erano considerate buone - 4 su 5 stelle di rating nello strumento di consultazione sulla solidità bancaria elaborato dall'organizzazione di consumatori, - da oggi cambiano le prospettive."
"Lo speciale di Altroconsumo sull'affidabilità degli istituti contempla circa 350 banche presenti nel nostro Paese ed è costruito sulla base dei due indicatori di solidità utilizzati anche dalla BCE - si precisa quindi -, il common equity tier 1 e il total capital ratio, che valutano quanto l'istituto sia in grado di fronteggiare eventuali difficoltà nel recuperare i prestiti concessi."
"La preoccupazione dei mercati è alta il titolo sta crollando oggi del 9% - si riporta infine -, l'incertezza regna e regnerà sovrana sino a che non sarà fatta maggiore chiarezza con la presentazione dei nuovi piani. Il gruppo getta acqua sul fuoco e ha dichiarato che queste novità non impattano sulla sua solidità patrimoniale, confermando il Cet1 e il total capital ratio rispettivamente al 12,2% e al 14,9%. Livelli che, secondo la metodologia di valutazione di Altroconsumo Finanza, farebbero ottenere al gruppo un giudizio di 4 stelle su 5. Ma la comunicazione della BCE dimostra che, al di là del dato attuale, il futuro della società non è affatto chiaro. Per questo Altroconsumo sospende il giudizio sulla solidità del gruppo. I consigli di Altroconsumo Finanza sono chiari: vendere se si hanno azioni o obbligazioni Carige; se correntista o titolare di un conto deposito, nell'immediato non si corrono particolari rischi, comunque puntando altrove possono trovare condizioni migliori."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: