le notizie che fanno testo, dal 2010

Moody's: entro 17 settembre l'Italia potrebbe essere declassata

Moody's sta tenendo sotto osservazione il rating "Aa2" dell'Italia "per un downgrade". E la data fatidica per il possibile declassamento dell'Italia potrebbe essere il 17 settembre.

La crisi italiana, quella che fino ad un paio di mesi fa a detta di molti politici (anche esponenti di governo) ci aveva solo sfiorato, continua a peggiorare. Per le Borse è stato un lunedì nero, e come spesso accade ultimamente la peggiore performance borsistica è stata quella di Piazza Affari. Tutto si potrebbe risolvere con una manovra "rafforzata" che ridarebbe all'Italia "credibilità", come auspica Giorgio Napolitano, il che sembra preannunciare un periodo di forte austerity per gli italiani, anche se la maggior parte di essi non sembra ancora renderse conto, forse troppo distratti (e felicemente intontiti) dal "Tittytainment" di Zbigniew Brzezinski (http://is.gd/DIqqQP). Fatto sta che per la prima volta la cancelliera tedesca Angela Merkel, stando a quanto riferisce una fonte della Reuters, avrebbe accomunato l'Italia alla Grecia. Durante un briefing con i parlamentari della Cdu, infatti, la Merkel avrebbe sostenuto che sia l'Italia che la Grecia sono in una situazione "estremamente fragile". Come se non bastasse, arriva la notizia che Moody's sta tenendo sotto osservazione il rating "Aa2" dell'Italia "per un downgrade". La data fatidica per il declassamento dell'Italia potrebbe essere il 17 settembre, visto che Moody's aveva messo il nostro rating sotto osservazione lo scorso 17 giugno, e di norma ogni modifica viene decisa entro 90 giorni. Forse anche per questo motivo si rinnovano gli appelli, anche del Capo dello Stato, ad approvare al più presto la manovra, probabilmente per dare un segnale di affidabilità ai mercati e a quelle agenzie di rating, che non sono altro che società private, che sembrano sempre di più avere in mano il destino di uno Stato sovrano.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: