le notizie che fanno testo, dal 2010

Deutsche Bank: serve fondo UE da 150 miliardi per salvare banche. E anche Renzi

La Deutsche Bank chiede un fondo condiviso e pubblico da 150 miliardi per tutelare e soprattutto rimettere in sesto le banche europee. Un fondo che sarvirebbe quindi per ricapitalizzare anche Monte dei Paschi di Siena, evitando quindi di uscire dalle regole del bail-in.

La Deutsche Bank chiede un fondo condiviso e pubblico da 150 miliardi per tutelare e soprattutto rimettere in sesto le banche europee. In una intervista alla Welt am Sonntag, David Folkerts-Landau, capo economista della Deutsche Bank, ha infatti avvertito: "L'Europa è molto malata e deve iniziare ad affrontare i suoi problemi con estrema rapidità".

Da ricordare che la tedesca Deutsche Bank pochi giorni fa ha fallito gli stress test della Federal Reserve, a causa in particolare della debolezza delle attività di rischio e di pianificazione del capitale. Tale fondo, se verrà concesso dall'UE, permetterà quindi la ricapitalizzazione della banche in difficoltà, cioè l'obiettivo che sta perseguendo Matteo Renzi e che ancora non ha raggiunto poiché i partner europei sarebbero stanchi di dare "scappatoie" all'Italia.

Il fondo invece eviterà di uscire dalle regole del bail-in e l'aiuto di Stato, che in sostanza chiede l'Italia per salvare alcuni istituti di credito tra cui, in primis, il Monte dei Paschi di Siena (anche se buona parte del sistema bancario italiano è sottocapitalizzato).

"Attenersi strettamente al rispetto delle regole causerebbe un danno maggiore di quello che vorrebbero contribuire a rimediare" sottolinea d'altronde anche David Folkerts-Landau. Le prime risposte e tale richiesta tedesca potrebbero arrivare già tra oggi e domani: a Bruxelles infatti è in agenda un doppio vertice tra i ministri delle Finanze (Eurogruppo ed Ecofin).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: