le notizie che fanno testo, dal 2010

Veneto Banca: arrestato ex Ad Vincenzo Consoli. Indagati sono 14

L'ex amministratore delegato e direttore generale di Veneto Banca Vincenzo Consoli è stato arrestato con l'accusa di ostacolo all'esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza ed aggiotaggio. In tutto sono 14 gli indagati.

L'ex amministratore delegato e direttore generale di Veneto Banca Vincenzo Consoli è stato arrestato, poi condotto ai domiciliari, dai militari della Guardia di Finanza del Nucleo speciale di Polizia valutaria e del Nucleo di Polizia tributaria di Venezia. L'ex Ad è accusato di ostacolo all'esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza ed aggiotaggio.
Oltre all'arresto, le Fiamme Gialle hanno anche eseguito un sequestro preventivo complessivo di 45 milioni di euro, tra cui un immobile riconducibile a Consoli, e perquisizioni nei confronti di 14 indagati, legati a Veneto Banca.
Secondo le indagini condotte dai finanzieri, Veneto Banca avrebbe finanziato diversi clienti con lo scopo di far acquistare agli stessi azioni dell'istituto di credito. Il 30 giugno 2016 Veneto Banca è stata acquisita dal Fondo Atlante, dopo la bocciatura della sua quotazione in Borsa, al prezzo 0,10 euro per azione. I correntisti hanno perso praticamente tutto quello che avevano investito nella banca, visto che nel 2013 il valore delle azioni toccò il picco di 40,75 euro e gli 87.502 soci di Veneto Banca avevano in mano titoli per 5 miliardi di euro.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: