le notizie che fanno testo, dal 2010

Vogliono bruciare formicaio con alcol: muore 12enne rimasto ustionato

E' purtroppo deceduto uno dei due bambini rimasti ustionati il 18 giugno mentre tentavano di dar fuoco ad un formicaio. Era il più grave, con il 60% di ustioni sul corpo. A stroncargli la vita un arresto circolatorio.

Purtroppo uno dei due bambini che erano rimasti ustionati a Rivalta di Torino (Torino) dopo aver tentato di bruciare un formicaio con una bottoglia di alcol non ce l'ha fatta. Il bambino, ricoverato dallo scorso 18 giugno al Regina Margherita di Torino, è infatti deceduto all'ospedale.
A stroncare la vita del bambino un arresto cardiocircolatorio. Disperati i genitori, i fratellini e i parenti che da quel fatidico 18 giugno facevano avanti e indietro dall'ospedale.
Secondo le ricostruzioni, un gruppo di amici di era riunito per dare fuoco ad un formicaio, ed il più grande del gruppo, un bambino di 13 anni, avrebbe convinto gli altri a gettare sopra un tizzone ardente l'alcol, appositamente comperato per sterminare le formiche.
La fiammata è stata tanto improvvisa quanto tremenda, colpendo il bambino di 13 anni (che ha riportato ustioni sul 30% del corpo ed è stato già dimesso) e l'amico di 12 anni (ustioni sul 60% del cropo), che dopo giorni di agonia non ce l'ha fatta.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# alcol# bambini# genitori# Rivalta di Torino# Torino