le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: maltrattamenti in asilo nido. Tre maestre sospese, una ai domiciliari

Ennesima storia di presunti maltrattamenti in un asilo nido. A Roma, zona Aurelia, tre maestre sono state sospese dall'insegnamento in via cautelativa ma per una di loro, la più anziana (del 1954) sono stati disposti gli arresti domiciliari. Le telecamere piazzate nell'asilo nido riprendono urla e metodi violenti contro i bambini.

Ennesima storia di presunti maltrattamenti in un asilo nido. Quasta volta i Carabinieri sono intervenuti a Roma in un asilo nido comunale del XIII municipio in zona Aurelia. Tre maestre sono state sospese dall'insegnamento in via cautelativa ma per una di loro, la più anziana (del 1954) sono stati disposti gli arresti domiciliari. A lanciare l'allarme che ne "Il nido nel parco" stava succedendo qualcosa di strano sarebbero state delle supplenti che una volta preso servizio all'asilo nido avrebbero notato continue violenze verbali e fisiche nei confronti dei bambini, di età compresa tra i 12 e i 24 mesi. Gli investigatori nascondono quindi nell'asilo nido delle telecamere e quello che vedono sembra bastare per far scattare le misure cautelari. Nei video si ascolterebbero urla contro i bambini mentre ad essere immortalati sarebbero stati i modi violenti delle tre maestre. "Per dare da mangiare ai bimbi usano spesso una pratica terribile: bloccano loro la testa, con le mani, la spingono all'indietro e con la forza infilano il cucchiaio in bocca, nonostante i pianti dei piccoli e i conati di vomito" descrive per esempio il Corriere. Sembra inoltre che le telecamere avrebbero anche ripreso momenti in cui i bambini vengono legati alle carrozzine o ai passeggini, lasciati soli a piangere.

© riproduzione riservata | online: | update: 20/04/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Roma: maltrattamenti in asilo nido. Tre maestre sospese, una ai domiciliari
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI