le notizie che fanno testo, dal 2010

PD, Iori: allarme prostituzione minorile, contrastare povertà educativa

"La prostituzione minorile rappresenta un fenomeno raccapricciante che nel nostro Paese coinvolge un numero crescente di bambini e adolescenti di entrambi i sessi: occorre intervenire con strumenti efficaci, a iniziare dall'adozione di un sistema strutturato e istituzionalizzato di raccolta dati e monitoraggio del fenomeno su tutto il territorio italiano", così in una nota Vanna Iori dal Partito Democratico.

"La prostituzione minorile rappresenta un fenomeno raccapricciante che nel nostro Paese coinvolge un numero crescente di bambini e adolescenti di entrambi i sessi: occorre intervenire con strumenti efficaci, a iniziare dall'adozione di un sistema strutturato e istituzionalizzato di raccolta dati e monitoraggio del fenomeno su tutto il territorio italiano" afferma Vanna Iori, deputata del PD e responsabile nazionale del partito per l'infanzia, anticipando in una nota di aver "predisposto una mozione che chiede al Governo di intensificare, tramite il coinvolgimento delle forze dell'ordine, la vigilanza, il controllo e la repressione della prostituzione minorile".
L'esponente dem avverte infatti che "il fenomeno sta mutando e ci chiede di mettere in campo risposte che siano adeguate a questi cambiamenti: - specificando - accanto alla componente di origine straniera, che resta significativa, cresce il numero dei minorenni che si prostituiscono regolarmente o occasionalmente non solo per cercare una via d'uscita a una condizione di povertà economica, ma anche per acquisire beni di consumo, alcool o sostanze stupefacenti, ad espressione di povertà educativa e culturale. Proprio per questo ritengo fondamentale non solo rafforzare gli strumenti di repressione del fenomeno, ma intensificare gli interventi di tutela e di accompagnamento delle giovani vittime in percorsi di rieducazione, riabilitazione e recupero, così come è necessario incentivare la collaborazione delle forze dell'ordine, il Terzo settore, i servizi socio educativi, la scuola e il sostegno della genitorialità, con l'obiettivo di contrastare la povertà educativa e culturale dei minorenni e delle loro famiglie."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: