le notizie che fanno testo, dal 2010

Neonati empatici a 7 mesi. O già nella pancia della mamma?

Secondo una ricerca pubblicata su Science i neonati sarebbero "empatici" già a 7 mesi. I ricercatori l'avrebbero notato piazzandoli davanti ad un cartone animato. Ma le mamme sanno bene che l'empatia è quel legame magico che esiste da subito tra madre e figlio.

I bambini molto piccoli, i neonati, quelli intorno ai sette mesi, sarebbero capaci di empatia. L'empatia (dal greco empateia, ovvero partecipazione nell'emozione) è quello stato d'animo che pone l'essere umano a "mettersi nei panni degli altri" e a sentire ciò che "prova" l'altro. Per la scienza sembra che questa "sensibilità" arrivi intorno ai quattro anni, ma la ricerca ungherese fa fare un passo avanti alla psicologia infantile dimostrando, con uno studio su 56 neonati, che anche a sette mesi ci si può "immedesimare" in un'altra persona. I ricercatori ungheresi guidati da Ágnes Melinda Kovács hanno fatto osservare ai bambini un cartone animato che aveva come protagonista una palla. Questa palla viveva avventure elementari (ad esempio si celava dietro un rettangolo e altre figure geometriche) e i ricercatori hanno notato che i piccoli "si stupivano" e si "immedesimavano" quando c'erano dei risultati "inattesi" nella mirabolante trama.
Questa grande "scoperta" dell'Università Hungarian Academy of Sciences di Budapest in Ungheria (pubblicata su Science) fa sorridere qualche mamma sensibile che testimonia di aver capito che il bambino è "empatico" anche dai primi calcetti che dà nella pancia. Prima ancora, cioè, di essere neonato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: