le notizie che fanno testo, dal 2010

Minori: neonato tolto alla madre perché guadagna 500 euro

Il Tribunale dei minori ha portato via dalla madre il figlio appena nato, perché troppo povera. La donna guadagna solo 500 euro al mese, e sicuramente non per sua volontà. Lo psicologo tecnico di parte del Tribunale non condivide il meccanismo della sospensione della potestà genitoriale.

Una giovane donna si è vista portare via il suo bambino appena nato perché il Tribunale dei minori ha stabilito che la donna, che guadagna solo 500 euro al mese (e sicuramente non per sua volontà), non era in grado di mantenere il figlio. A renderlo noto Giuseppe Raspadori, lo psicologo consulente tecnico di parte del Tribunale, che non condivide il meccanismo della sospensione della potestà genitoriale.
"I procedimenti con cui il Tribunale dei minorenni separa i bambini dalle madri in nome dell'incapacità genitoriale sono un abuso scientifico - sostiene Raspadori e continua - L'affidamento a terzi di un minore è un'ipotesi che dovrebbe essere perseguita per gravissimi ed eccezionali motivi", altrimenti si vanno a ledere i diritti del bambino, oltre a quelli dei genitori.
Tutto è iniziato quando la donna ha chiesto un "affido condiviso per il bimbo che momentaneamente non sarebbe stato in grado di mantenere". Lo psicologo ricorda come la giovane non sia tossicodipendente e che ha fortemente voluto il bambino. Voleva solo un aiuto per mantenerlo.
"A questo punto però il Tribunale, senza interpellarla, ha dato avvio alla procedura di adottabilità, levandole il figlio alla nascita", spiega Giuseppe Raspadori e ora si attende una perizia "sulle capacità genitoriali della madre". Se tutto quindi andrà bene, la donna potrà vedere il figlio tra circa 8 mesi "con buona pace della fase primaria dell'attaccamento, con relativo allattamento e svezzamento, e della giustizia per il minore", come sostiene lo psicologo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# bambini# euro# genitori# minorenni# minori# vista