le notizie che fanno testo, dal 2010

Minorenne incinta costretta a prostituirsi da fidanzato e fratello

Una triste storia che ha avuto termine solo grazie all'intervento degli agenti del Gruppo Sociale Sicurezza Urbana. Una ragazzina romena, di soli 14 anni, è stata costretta a prostituirsi prima dal suo fidanzato e poi dal fratello.

Una triste storia che ha avuto termine solo grazie all'intervento degli agenti del Gruppo Sociale Sicurezza Urbana. Una ragazzina romena, di soli 14 anni, è stata costretta a prostituirsi prima dal suo fidanzato e poi dal fratello. La minorenne era costretta alla strada anche per 12 ore al giorno, ma ciò che rende ancora più inquietante l'intera vicenda è che i due ragazzi non hanno avuto scupoli (e pietà) della giovanissima anche quando è rimasta incinta. "E' una vicenda orribile che mi ha lasciato senza parole per la crudeltà e la brutalità con la quale si è consumata", sottolinea in una nota Giordano Tredicine, Presidente della Commissione Politiche Sociali e Famiglia di Roma Capitale. Da quanto si apprende, la minorenne sembra che ad un certo punto fosse anche riuscita a sfuggire al giogo del fidanzato, ma a quel punto sarebbe subentrato il fratello che avrebbe continuato ad obbligarla a prostituirsi. Le cronache non raccontano la sorte di questa ancora bambina, nonostante tutto, anche se probabilmente sarà da ora seguita dai servizi sociali. Tredicine, sempre nella nota diffusa, desidera esprimere la sua "solidarietà e quella dell'amministrazione alla giovane vittima di un reato ignobile come la riduzione in schiavitù" sottolineando come sia "prioritario combattere questi comportamenti indegni che ledono la dignità di ogni persona e condannare in maniera esemplare gli autori di questo comportamento deplorevole".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: