le notizie che fanno testo, dal 2010

Gemelline scomparse: prima del suicidio padre ritira 7000 euro

Continuano le ricerche delle due gemelline di 6 anni scomparse dal 31 gennaio. Il padre si è suicidato sotto un treno ma delle bambine nessuna traccia. Prima di morire sembra che abbia ritirato 7000 euro. Aiuta nelle ricerche anche il gruppo Facebook di Yara Gambirasio.

Continuano le ricerche delle due gemelline di 6 anni, Alessia e Livia, scomparse dal 31 gennaio scorso. Il padre, Matthias Schepp, un uomo svizzero di origine canadese, dipendente di una multinazionale del tabacco, si è suicidato l'altra sera gettandosi sotto l'Eurostar Milano Bari, a pochi chilometri dalla stazione di Cerignola, in provincia di Foggia. Poco distante era parcheggiata la sua Audi A6 ma delle due gemelle nessuna traccia. Da allora la polizia italiana e svizzera, i carabinieri, i vigili del fuoco, la protezione civile con tanto di unità cinofice stanno setacciando la zona nella speranza di poter ritrovare le bambine. La maggiore preoccupazione è che l'uomo abbia compiuto, prima di uccidersi, un altro gesto tragico. Matthias Schepp è separato dalla moglie, Irina Lucidi originaria di Ascoli Piceno, e le due gemelline di 6 anni avevano passato il fine settimana col padre. Lunedì 31 gennaio il padre le avrebbe dovute accompagnare a scuola ma così non è stato. Lo stesso giorno Matthias Schepp ha spedito invece una cartolina da Marsiglia alla moglie con scritto: "Sono disperato, senza di te mi sento perso". Il fatto che nella cartolina non ci fosse nessun riferimento alle bambine agli inquirenti fa pensare al peggio, anche se le speranze rimangono accese. Nel frattempo la polizia sta effettuando degli accertamenti su un prelievo di circa 7.000 euro che Matthias Schepp avrebbe compiuto proprio a Marsiglia.
La madre di Alessia e Livia ha anche aperto una pagina su Facebook nella speranza che chiunque, e non solo in Italia, avesse notizie delle gemmelline possa mettersi in contattato con lei. Il gruppo nato su Facebook si chiama "Missing Alessia & Livia" raggiungibile al link (http://www.facebook.com/pages/Missing-Alessia-Livia/169083213138407).
"Siamo convinti che le bimbe sono vite!!! - recita un post scritto anche in francese - Non perdiamo la speranza e mamma aspetta. Preghiamo chi le vede o le ha in custodia di contattarci o contattare la polizia al più presto. Grazie".
Oggi è anche apparso un commento di un amministratore del gruppo Facebook di Yara Gambirasio (la 13enne scomparsa il 26 novembre scorso da Brembate di Sopra) che comunica che stanno facendo "girare il link" anche sulla loro pagina aggiungendo: "Se avete informazioni più dettagliate che possano favorire le ricerche,fateci sapere..siamo vicini alla mamma di queste bambine, stiamo facendo il possible per aiutarla".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: