le notizie che fanno testo, dal 2010

Gemelline scomparse: ipotesi avvelenamento. Siti web con indicazioni

Gli investigatori avrebbero trovato nella cronologia del computer di Matthias Schepp dei siti internet dove si troverebbero consigli e indicazioni su materiali per avvelenamento. L'ipotesi è che il padre suicida possa aver avvelenato le gemelline sul traghetto diretto in Corsica.

Nuova inquietante ipotesi nelle indagini rivolte al ritrovamento delle due gemelline scomparse Alessia e Livia, portate via dalla Svizzera dal padre suicida Matthias Schepp il 30 gennaio scorso. Sembra infatti che esaminando la cronologia del computer dell'uomo non siano stati trovati solo dei siti di compagnie di navigazione tra Marsiglia e Propriano, in Corsica, ma anche alcuni dove si troverebbero consigli e indicazioni su materiali per avvelenamento. In queste ore, quindi, si teme che Matthias Schepp possa aver avvelenato le due figlie di 6 anni, forse proprio sul traghetto che da Marsiglia li stava portando in Corsica. Sembra infatti che ci siano alcune testimonianze che confermerebbero che le due bambine fossero salite sul traghetto col padre, tanto che gli investigatori, pur non perdendo mai la speranza di ritrovarle vive magari affidate a qualcuno, ipotizzano che Matthias Schepp possa averle o gettate in mare durante la tratta o avvelenate. Se questa seconda ipotesi fosse vera, forse il padre le avrebbe poi caricate nel bagagliaio dell'auto sbarcata in Corsica e ritrovata nella stazione di Cerignola.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: