le notizie che fanno testo, dal 2010

Gemelline Alessia e Livia: padre forse aveva un complice

Le ricerche di Alessia e Livia, le gemelline scomparse dalla Svizzera col padre suicida, si concentrano in Corsica, dove spunta anche un nuovo testimone che le avrebbe viste vive il 1 febbraio. Ma si ipotizza anche la presenta di un complice di Matthias Shepp.

Continuano le ricerche delle due gemelline scomparse il 30 gennaio scorso dalla Svizzera con il padre suicida Matthias Schepp. L'uomo si è suicidato il 3 febbraio gettandosi sotto un treno nei pressi della stazione di Cerignola (Foggia), ma delle due figlie di 6 anni Alessia e Livia nessuna traccia. Mentre le autorità italiane continuano le ricerche nelle zone nelle vicinanze della stazione, la polizia francese sta incentrando le ricerche in Corsica, ultimo luogo dove sarebbero state viste vive le due bambine.
In una lettera Matthias Schepp ha scritto di aver ucciso le figlie, ma nessun indizio invece sul luogo dove sarebbe avvenuto il presunto infanticidio. Mentre da una parte gli inquirenti stanno facendo analizzare il sangue trovato su alcune rocce di Cap Corse, all'estremo nord della Corsica, dall'altra si cercano indizi sui possibili spostamenti dell'uomo con Alessia e Livia.
Una donna, Olga Orneck, ha affermato di aver visto il 1 febbraio l'uomo con le bambine ancora vive davanti ad una panetteria di Propriano (Corsica). Testimonianza supportata dalle dichiarazioni, appena messe a verbale, di un'altro uomo che dice di aver visto lo stesso giorno il padre con le figlie all'interno dell'Audi A6 di Shepp pargheggiata dietro il municipio della città corsa.
Gli inquirenti, inoltre, stanno cercando di capire se Matthias Shepp abbia avuto un complice in questa fuga dalla Svizzera. Sembra infatti che il cellulare di Matthias Shepp sia stato "agganciato" ad un ripetitore dell'aeroporto di Lione. "Ci domandiamo se sia andato a prendere un complice all'aeroporto di Lione", spiega Irina Lucidi, madre delle due gemelline scomparse, nel corso di una intervista al giornale svizzero on line "20 Minuten".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: