le notizie che fanno testo, dal 2010

Elena: cuore, fegato e reni donati a tre bambini

Elena, la bimba dimenticata in auto dal padre, non c'è la fatta ma il suo cuore, il suo fegato e i suoi due reni sono stati donati a tre bambini. Forse una consolazione per l'enorme dramma che stanno vivendo i genitori della piccola Elena.

Non c'è la fatta Elena, la bimba dimenticata in auto dal padre, ma i suoi organi, che sono stati donati, permetteranno a tre bambini di continuare a vivere. Dopo la dichiarazione di morte, avvenuta alle 23:00 di sabato 21 maggio, l'equipe guidata dalla dottoressa Francesca De Pace ha cominciato l'operazione che ha permesso di donare cuore, fegato e due reni. Accanto alla dottoressa Francesca De Pace, che ha curato l'attività di trapianto, il dottor Leonardo Incicchitti, della Direzione medica di presidio del Salesi e il dottor Fabio Santelli, responsabile facente funzione dalla Rianimazione, e tutti e tre hanno sostenuto quanto sia stato penoso intervenire su una bambina di appena 22 mesi. "In 23 anni di trapiantologia - ha infatti spiegato la De Pace - non ho mai visto una bambina così piccola, è stata molto dura anche per noi". Il dolore dei genitori di Elena potrà quindi forse riuscire ad allievarsi un po' sapendo che grazie alla loro bambina altri tre piccoli hanno ora la speranza di una vita migliore. Il cuore di Elena, si è saputo, è stato donato ad una bambina di due anni in attesa dell'organo nel Centro Trapianti di Bergamo. Amedeo Terzi, responsabile del centro trapianti di cuore e Lorenzo Galletti, responsabile della cardiochirurgia pediatrica, che hanno portato a compimento l'intervento di trapinato hanno spiegato che l'intera oprazione "è durata poco più di 6 ore", sottolineando che è stata molto delicata perché a ricevere il cuore è stata "una bimba che pesa appena 9 chili".
Il fegato di Elena, invece, è stato trapiantato alle Molinette di Torino su un bambino di appena 9 mesi a cui mancavano sole poche ore di vita a causa del peggioramento delle sue condizioni. Il dono di Elena, grazie ai suoi genitori, è stato quindi provvidenziale. Il papà del bambino di 9 mesi che ha ricevuto il fegato di Elena ringrazia con tutto il cuore i genitori della piccola, sottolineando "il gesto, grande e prezioso che hanno deciso di compiere". "Come persone e come genitori siamo vicini a loro in questa tragedia enorme che li ha colpiti - continua il padre del piccolo - Per noi oggi nasce una nuova speranza, perché anche l'intervento è stato lungo e difficile, e la speranza è l'ultima a morire". I due reni di Elena, invece, saranno donati entrambi ad un unico bambino in lista d'attesa all'ospedale Bambino Gesù di Roma.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# auto# bambini# Bergamo# cuore# genitori# Gesù# Roma# Torino# trapianti