le notizie che fanno testo, dal 2010

Bambini: leggere ad alta voce dai 6 mesi ai 5 anni è importante

Raccontare e leggere ad alta voce ai bambini, anche piccolissimi, almeno dai sei mesi ai 5 anni (poi leggeranno progressivamente da soli) è una attenzione e una strategia "formativa" che spesso viene ignorata. Spesso in favore di altri "sviluppatori" di intelligenza "alla moda", quali le piccole console e gli onnipresenti schermi touchscreen.

Un certo mondo consumistico, quello che bada unicamente alla superficialità delle azioni, vorrebbe vedere un grande progresso dell'educazione e dell'intelligenza "moderna" il "toccare" precocemente, da parte dei bambini, smartphone e tablet. Quasi come se lo schermo touchscreen, in quanto tale, potesse avere delle proprietà "taumaturgiche" per lo sviluppo mentale e cognitivo del bambino. Senza poi pensare ai possibili pericoli che questi comportamenti "tecnologici" potrebbero arrecare ai piccoli (leggi Cellulari e bambini,CSS: uso 'limitato a situazioni di vera necessità' http://is.gd/cqSlkE). Negli Stati Uniti ad esempio gli iPad sono già in alcuni asili (leggi "iPad 2 all'asilo negli USA: già il tablet tra le manine a 5 anni" http://is.gd/UGgJjl) con buona pace dei genitori che pensano quanto il futuro dei loro figli possa essere avvantaggiato da questo incontro precoce con l'elettronica di consumo. Sarebbe a questo punto davvero curioso sapere che cosa ne penserebbe Maria Montessori, se fosse ancora con noi, ma probabilmente, si può immaginare, ribatterebbe che "i vecchi metodi", cioè quelli che "aiutano il bambino a fare da solo" partono innanzitutto dalla comunicazione tra "esseri umani". A cominciare, naturalmente, dall'uso della "parola". Interessante a questo proposito un progetto che si chiama "Leggere per Crescere" che il 26 novembre ha festeggiato con un convegno a Verona i suoi dieci anni. Il convegno ha riunito mamme, insegnanti, pediatri, volontari e istituzioni con una lectio magistralis del Professor Fulvio Scaparro, su un tema semplice quanto efficace e complesso: l'importanza di leggere e raccontare "ad alta voce" ai bambini. Leggere a voce alta dai sei mesi fino ai 5 anni infatti, secondo i pediatri e gli esperti di psicologia infantile, aiuta nello sviluppo mentale dei bambini e previene la difficoltà di apprendimento. Il progetto "Leggere per Crescere", finanziato dalla GlaxoSmithKline ha un ricco sito dove si possono trovare molti materiali e consigli per chi vuole iniziare a "leggere ad alta voce" al proprio bambino, compresa una rivista che si può scaricare gratuitamente. Interessante anche il PDF "Consigli di lettura per i bambini 0-6 anni" (http://is.gd/Uu69Sz) dove si trovano ben 150 libri "adatti" ai bambini. Roberto Denti difatti nella prefazione non a caso osserva: "Negli ultimi anni i libri per i bambini da 0 a 6 anni sono molto aumentati di numero. Anche per chi ci vive in mezzo non è sempre facile orientarsi perché questi libri hanno la caratteristica di avere molte illustrazioni che spesso sono piuttosto belle e sviano l'attenzione dalla storia a cui si riferiscono. Le storie per bambini cominciano dalle fiabe tradizionali e queste hanno vicende sempre appassionanti. I racconti moderni, invece, devono essere controllati perché non sempre hanno un contenuto o un finale in grado di suscitare l'interesse dei piccoli ascoltatori".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: