le notizie che fanno testo, dal 2010

Balneari abusivi: Corte Giustizia boccia proroga automatica concessioni

La Corte di Giustizia europea ha bocciato la proroga automatica decisa dall'Italia per le concessioni demaniali marittime e lacustri fino al 31 dicembre 2020. Con la sentenza, tutti gli stabilimenti balneari italiani sarebbero in teoria abusivi.

La sentenza era di quelle prevedibili. La Corte di Giustizia europea ha bocciato infatti la proroga automatica decisa dall'Italia per le concessioni demaniali marittime e lacustri fino al 31 dicembre 2020. Allo stato attuale, quindi, tutti gli stabilimenti balneari italiani sarebbero in teoria abusivi poiché le concessioni sono scadute il 31 dicembre 2015.

Il governo italiano aveva provato ad aggirare le direttiva Bolkestein, che dà la possibilità anche ad operatori di altri Paesi dell'UE di partecipare ai bandi pubblici per l'assegnazione delle concessioni demaniali. Per la Corte di Giustizia europea però la proroga automatica e generalizzata fino al 31 dicembre 2020 delle concessioni sulle spiagge italiane "impedisce di effettuare una selezione imparziale e trasparente dei candidati" e quindi gli stabilimenti balneari devono essere "messi a gara". La proroga delle concessioni aveva già incassato il 'no della Commissione europea

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: