le notizie che fanno testo, dal 2010

New York: virus aviaria da gatto a uomo, possibile primo caso

A New York si teme che un veterinario possa essere stato contagiato dal virus dell'influenza aviaria a seguito del contatto con i gatti di un rifugio, tutti con il virus H7N2. La trasmissione da uccelli a gatto era già stata accertata.

Quando si è scoperto che l'aviaria era stata trasmessa dagli uccelli ai gatti, in molti hanno cominciato a temere che il virus avrebbe potuto fare un ulteriore salto tra le specie. Il NYC Department of Health ha così tenuto sotto controllo i 160 lavoratori di un gattile di New York, dove si era diffusa l'influenza aviaria tra i felini ospitati. Tutti i volontari sono risultati negativi al test dell'aviaria, tranne un veterinaio positivo al virus H7N2 riscontrato anche nei gatti.

Ecco perché si teme che il veterinario possa essere stato infettato dal virus dell'influenza aviaria a seguito del contatto con i gatti, anche se non si esclude ancora un contagio esterno. La parcentuale di trasmissione uomo - gatto, se sarà confermata, rimane comunque molto bassa anche se le autorità stanno comunque "sollecitando i newyorkesi che hanno adottato i gatti da un rifugio nelle ultime tre settimane a prestare attenzione alle condizioni dei loro nuovi animali domestici". Il medico ha comunque avuto sintomi lievi.

© riproduzione riservata | online: | update: 30/12/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
New York: virus aviaria da gatto a uomo, possibile primo caso
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI