le notizie che fanno testo, dal 2010

Autovelox Virus: non aprite quella e-mail

Virus dell'Autovelox nascosta in una e-mail che sembra provenire dalla Polizia di Stato, oggetto: la posizione di Autovelox e Tutor. I furbi italiani che l'hanno cliccata rischierebbero i propri dati personali nel pc non sapendo che la posizione degli Autovelox è pubblica!

Una e-mail che sembra provenire dalla Polizia di Stato (dall'indirizzo autovelox@poliziadistato.it) sembra stia mietendo vittime informatiche tra i pc degli italiani del terzo millennio, noti analfabeti informatici tra i più incalliti d'Europa (ma anche come analfabetismo di ritorno non scherzano) e sempre "più furbi degli altri" ad aggirare le leggi, soprattutto al volante, vero feticcio italiota.
Come beoti i navigatori delle autostrade telematiche stanno abboccando a questa e-mail truffa che svelerebbe la posizione degli Autovelox di tutta Italia, non sapendo che la posizione di Autovelox e Tutor è già pubblica e che "la Polizia di Stato rende pubbliche le tratte stradali dove sono operativi, giorno per giorno, gli strumenti di controllo della velocità. Un modo per invitare gli automobilisti a moderare l'andatura rispettando i limiti e prevenire così gli incidenti". Le posizioni degli Autovelox e Tutor sono scaricabili a questo indirizzo (http://www.poliziadistato.it/articolo/175-Autovelox_e_Tutor_dove_sono). L'Autovelox Virus sembra che attacchi la "privacy" del pc sottraendo dati personali e che provenga dalla Colombia. Ovviamente la raccomandazione è, come per i bambini di non accettare caramelle dagli sconosciuti, quella di non aprire le e-mail del lupo travestisto malamente da pecora.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: