le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma, ZTL fuori anello ferroviario da 2017: accesso a pagamento

Nel nuovo piano generale del traffico urbano inserito anche il progetto per rendere a pagamento l'accesso nell'anello ferroviario di Roma. L'idea è quella che gli automobilisti potranno oltrepassare le ZTL che permettono l'entrata nell'anello ferroviario di Roma solo attraverso l'utilizzo di bonus mobilità o mediante il pagamento di un pedaggio, che va dai 3 a 1 euro.

La rivoluzione di Ignazio Marino per la viabilità romana dovrebbe iniziare il 1 gennaio 2017. Il sindaco di Roma Capitale e la sua giunta starebbe infatti pensando di rendere a pagamento l'accesso nell'anello ferroviario (vedi mappa), posizionando ai suoi confini i varchi elettronici. L'idea è quella che gli automobilisti potranno oltrepassare le ZTL che permettono l'entrata nell'anello ferroviario di Roma solo attraverso l'utilizzo di bonus mobilità (fino al loro esaurimento) o attraverso il pagamento di un pedaggio. I residenti a Roma avranno una dotazione annua di 120 bonus (qualcuno in più se residenti all'interno dell'anello ferroviario e con un extra di 60 bonus per alcune categorie di lavoratori), al termine dei quali ogni cittadino dovrà pagare un ticket per accedere nella zona centrale della Capitale pari a 3 euro se si possiede un'auto Euro 4, 2 euro per i possessori di Euro 5 e un 1 euro per i veicoli Euro 6. Tutte le altre auto, probabilmente, non potranno mai accedere nell'anello ferroviario, salvo i veicoli probabilmente come quelli elettrici. Il progetto di mettere le ZTL per accedere all'interno dell'anello ferroviario di Roma è contenuto nel nuovo piano generale del traffico urbano, redatto dall’assessore capitolino alla mobilità Guido Improta, che entro questo fine settimana verrà presentato alla giunta per l'ok definitivo, in attesa dell’esame del consiglio comunale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: