le notizie che fanno testo, dal 2010

Maserati ricorda "l'amico Juan Manuel Fangio" nel centenario

Le corse di Juan Manuel Fangio sono ancora la quintessenza dell'automobilismo. Il suo stile e la sua grinta inconfondibile vengono ricordate da Maserati, marchio a cui il pilota argentino di origine italiane, era particolarmente legato. Non solo per la macchina, ma anche per il "cuore".

Il più grande campione della storia dell'automobilismo mondiale è stato sicuramente Juan Manuel Fangio, classe 1911, figlio di emigrati italiani in Argentina, che ha trionfato in 5 mondiali ed ha guidato per Alfa Romeo, Ferrari, Mercedes, anche se era legato particolarmente ad un marchio, quello della Maserati. Il pilota viene ricordato a 100 anni dalla nascita (24 giugno 1911) proprio dall'azienda modenese fondata da Alfieri Maserati nel 1914. Campione del mondo di F1 nel 1954 e nel 1957 al volante delle auto Maserati, la Casa del Tridente ricorda in una nota proprio la giornata del 4 agosto del 1957: "giorno in cui conquistò il suo quinto titolo mondiale, al volante di una Maserati 250 F Fangio compì sul circuito del Nürburgring quella che rimane ad oggi come la sua impresa più grande, la sua corsa più bella. Al termine della gara, riportata ai box la Maserati 250 F, confessò di aver guidato 'in stato di grazia'". La Maserati ricorda quindi "l'amico Juan Manuel Fangio" con una sua celebre affermazione: "Ho corso e ho vinto con auto di tutti i marchi, ma ho sempre avuto un rapporto speciale con Maserati. Non solo erano vetture sicure, affidabili e sempre all'avanguardia, ma c'era un rapporto di amicizia e un'atmosfera speciale tra me e il marchio. Mi sentivo a casa". Fangio, chiamato affettuosamente dagli argentini "El Maestro", si è ritirato dal mondo delle corse nel 1958 ed è scomparso nel 1995. Michael Schumacher è per ora l'unico campione ad aver superato il record di Fangio vincendo 7 mondiali in F1.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: