le notizie che fanno testo, dal 2010

Incentivi auto e moto dal 6 maggio 2014: rottamazione solo per imprese

Stanno per partire gli incentivi auto e moto 2014. Quindo? Dal 6 maggio saranno disponibili circa 63 milioni di euro per gli incentivi auto 2014, e solo se il veicolo sarà utilizzato nell'esercizio di imprese, arti e professioni sarà obbligatoria la rottamazione. Gli incentivi auto e moto 2014 saranno disponibili anche per i privati, ma solo se si acquistano veicoli a basse emissioni di CO2, come quelli ad idrogeno, a biocombustibili, a metano, a biometano, a GPL e auto elettriche.

Partono dal 6 maggio gli incentivi auto e moto 2014. Il decreto del Ministero dello Sviluppo economico, firmato il 3 aprile scorso, ha superato infatti l'esame della Corte dei Conti. Dal 6 maggio, quindi, partiranno gli ecoincentivi 2014 che ammontano a circa 63 milioni di euro, di cui 32 milioni di quest'anno e altri 31 milioni circa "avanzati" dal 2013. Gli incentivi auto 2014 arriveranno a "sconti" fino a 5mila euro, ripartiti a seconda delle vetture che si acquistano. Agli incentivi auto 2014 potranno accedere infatti anche i privati, e in molti casi senza la necessità di rottamare il vecchio autoveicolo. Gli incentivi auto 2014 sono quindi così ripartiti:
- il 15% dei fondi, che corrisponde a circa 9,15 milioni, sarà destinato all'acquisto, da parte di tutte le categorie di acquirenti e senza necessità di rottamazione, di auto elettriche (a emissioni zero) o con emissioni di CO2 fino a 50 g/km. In questo caso, l'incentivo auto 2014 corrisponde a 5mila euro.
- il 35% dei fondi, che corrisponde a circa 22,19 milioni, sarà destinato all’acquisto, da parte di tutte le categorie di acquirenti e senza necessità di rottamazione, di auto con emissioni di CO2 non superiori a 90 g/km. In questo caso, l'incentivo auto 2014 corrisponde a 4mila euro.
- il 50% dei fondi, che corrisponde a circa 31,7 milioni, sarà destinato per l’acquisto di auto destinati all’uso di terzi o utilizzati nell’esercizio di imprese, arti e professioni, e destinati ad essere utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa (ma sarà obbligatorio rottamare un veicolo immatricolato da almeno 10 anni ed intestato da almeno 12 mesi allo stesso soggetto che usufruisce dell’ecoincentivo) con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km. Da ricordare che le spese per la rottamazione sono a carico del venditore, mentre sono a carico del cliente solo le spese di radiazione del vecchio veicolo dal Pra. In questo caso, l'incentivo auto 2014 corrisponde a 2mila euro.
Con gli incentivi auto 2014 possono quindi essere acquistati veicoli ad idrogeno, a biocombustibili, a metano, a biometano, a GPL e auto elettriche, purché nuovi e ancora da immatricolare. Poiché la legge parla di veicoli in generale, agli incentivi 2014 possono accedere non solo le auto ma anche ciclomotori, motoveicoli e quadricicli.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: