le notizie che fanno testo, dal 2010

Tar Lazio boccia aumenti pedaggi

Il Tar del Lazio ha accolto le richieste delle provincie di Roma, Pescara e Fiano Romano, sospendendo di fatto il decreto che aumenta i pedaggi autostradali, già entrato in vigore dal primo luglio.

Il Tar del Lazio ha accolto le richieste delle provincie di Roma, Pescara e Fiano Romano, sospendendo di fatto il decreto che aumenta i pedaggi autostradali, già entrato in vigore dal primo luglio. Per il Tar, al costo più alto deve corrispondere un servizio migliore, invece tutto è rimasto come prima, tranne il balzello che era aumentato, anche vertigionosamente. Si parla, infatti, di un aumento di 1 euro per le autovetture e i ciclomotori, mentre di 2 euro per i camion e gli automezzi pesanti.
Il ricorso, nella provincia di Roma, è stato presentato assieme a 41 comuni del territorio, e tale sentenza dovrebbe quindi bloccare l'aumento dei pedaggi in ben 9 barriere autostradali del territorio.
"Abbiamo evitato un'ingiustizia", afferma il presidente della Provincia Nicola Zingaretti, promotore del ricorso.
Non nasconde la propria soddisfazione anche Guerino Testa, presidente della Provincia di Pescara affermando che "il risultato rappresenta una vittoria per tutti gli automobilisti che quotidianamente si spostano sul territorio, specie per motivi di lavoro".

© riproduzione riservata | online: | update: 03/08/2010

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Tar Lazio boccia aumenti pedaggi
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI