le notizie che fanno testo, dal 2010

Rc Auto: costo medio Italia 400 euro, 200 in Europa. Così non va

Rc Auto sempre più cara per gli italiani ma non per gli europei. Per questo l'incontro di ieri tra Ministro dello Sviluppo Economico, Isvap e Ania potrebbe essere servito a "dare un taglio" agli aumenti. Ma servono i fatti.

Pare che l'incontro tenuto ieri 4 gennaio 2011 tra il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, Giancarlo Giannini Presidente dell'Isvap e Fabio Cerchiai, Presidente dell'Ania, abbia fatto saltare agli occhi la disparità di "trattamento" da parte della assicurazioni tra un cittadino italiano e un cittadino europeo.
Si tratta in media di 200 euro di differenza, a danno dell'italiano che vede diminuire sempre più statisticamente gli incidenti ed aumentare progressivamente (e senza giustificazioni reali) la propria Rc Auto.
Per questo il giudizio del governo, nella persona di Paolo Romani è netta: "Il Governo ritiene inammissibile che il costo medio dell'Rc Auto sia di 400 euro, contro i 200 del resto d'Europa. Per tagliare le tariffe esiste per fortuna una proposta che è già in commissione Finanze della Camera e che potremmo avallare come Governo in accordo con le opposizioni, per fare un ragionamento complessivo".
Intanto l'automobilista "disperato" incomincia, a prescindere dall'età, a usare il computer e a sfruculiare tra le Rc auto online facendo il confronto tra le assicurazioni presenti sul web.
Ma il Ministro Romani rassicura: "L'obiettivo è una diminuzione del costo medio per cittadino in maniera sensibile che, secondo le proposte presentate dall'Isvap, può arrivare fino al 15-18%".
Il Ministro dello Sviluppo Economico segnala inoltre il problema principale che "è quello delle frodi su cui bisogna intervenire subito" ed inoltre che "va rivisto è il meccanismo del bonus-malus: un sistema che sembrava funzionare ma che va rivisto".
Tutti gli automobilisti, anche con il prezzo della benzina e del gasolio alle stelle, sperano che si faccia qualcosa nel più breve tempo possibile.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: