le notizie che fanno testo, dal 2010

Benzina prezzi alle stelle: "sconti week end siano permanenti"

Federconsumatori sul prezzo della benzina fa una proposta: "Le tariffe applicate nel week-end dovrebbero diventare permanenti universali e praticati attraverso tutti i canali di distribuzione".

Ormai le code alle pompe di benzina si vedono solo nel week end e soprattutto negli impianti Eni ed Agip che hanno dato il via ad una "scossa" ai prezzi con "Riparti con Eni". Passato il fine settimana il distributore torna "deserto" e il diesel e la benzina "ritornano" a costare il prezzo al litro proibitivo degli ultimi mesi. Un rialzo eccessivo, quello dei carburanti, registrato e denunciato dalle associazioni dei consumatori come "del tutto ingiustificato". Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti di Federconsumatori osservano a proposito: "Occorre far stabilizzare il prezzo della benzina su un livello accettabile, provvedendo a contrastare i fenomeni speculativi. Sarebbe inoltre opportuno eliminare dai listini la cifra dei millesimi, che non ha alcuna utilità". La federazione dei consumatori ricorda ad esempio come in alcune zone d'Italia ormai il "prezzo consigliato" della benzina "è stato ritoccato al rialzo di 1,5 centesimi fino a 1,868 euro al litro e la media ponderata delle tariffe si attesta a quota 1,852 centesimi al litro, raggiungendo punte massime di 1,932 nel Meridione". Fatti i conti significa che un pieno di benzina di un'utilitaria, essenziale per fare qualche giorno di vacanza, può costare tranquillamente "fino a 95 euro: per andare e tornare dal luogo di residenza, quindi, si possono arrivare a spendere 190 euro per circa 100 litri di benzina", spiegano sempre a Federconsumatori. Ecco perché la "strategia" degli "sconti nel week end" su benzina e diesel lasciano il tempo che trovano dato che, sottolinea l'associazione dei consumatori "gli incrementi vanno a vanificare le promozioni e gli sconti praticati da varie compagnie nel fine settimana, che dimostrano la possibilità di ridurre i prezzi". E Federconsumatori fa una proposta: "Per poter avere effetti positivi concreti, le tariffe applicate nel week-end dovrebbero diventare permanenti, universali e praticati attraverso tutti i canali di distribuzione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: