le notizie che fanno testo, dal 2010

Aumento sigarette: "bionde" sempre più costose, in nome dell'equità

Aumento delle sigarette quasi certo e questo, a quanto pare, per compensare le tasse più "leggere" per le barche e auto di lusso. Verranno molto probabilmente rimodulate le accise sul tabacco da fumo. Come sempre nessuna paura per chi dallo yacht (con garage per il SUV cingolato) vuole fumarsi un bel Cohiba Behike.

Sigarette più care, questo il "carburante" di ogni governo che vuole fare cassa. Oltre ovviamente al "carburante" in senso stretto, cioè la benzina e il gasolio il cui aumento delle accise hanno già salutato le pompe dei distributori. Pare proprio che i tabacchi da fumo infatti avranno un "ritocchino" verso l'alto. Il governo del premier Mario Monti, in nome forse dell'"equità e rigore" che era lo slogan dei primi giorni, dovrebbe "alleggerire" la tassa sulle auto e sulle barche di lusso facendo cassa con l'aumento dell'accisa sul "tabacco da fumo dato". Come infatti si leggerebbe nel testo del decreto legge "la previsione di una clausola di copertura in base alla quale con decreto direttoriale della Amministrazione autonoma dei monopoli è rideterminata l'aliquota dell'accisa del tabacco da fumo in misura tale da conseguire un gettito pari all'onere derivante dal comma". Il comma è naturalmente quello che "ritocca" verso il basso l'"addizionale erariale" che era prevista su auto e barche "da ricchi". Un'altra stangata per i consumatori, in questo caso fumatori, che sempre di più ricorrono alle sigarette "da rollare" per via del costo del "pacchetto" ormai inavvicinabile. Molti fortunatamente coglieranno l'occasione di questo nuovo aumento "immorale" (come dice già qualche fumatore in rete) per piantarla una volta per tutte con le "bionde". Altri, purtroppo, vittime del tabagismo, come si vede sempre più spesso, incominceranno a raccogliere con nonchalance le cicche "non fumate fino al filtro" da per terra.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: