le notizie che fanno testo, dal 2010

Aumento biglietti Atac Roma: da 25 maggio costa 1,50 euro. La protesta

Dal 25 maggio il biglietto autobus dell'Atac, azienda per il trasporto pubblico di Roma Capitale, aumenta da 1 euro ad 1,50 euro. Ecco le nuove tariffe del trasporto pubblico e le agevolazioni. Promossa mobilitazione sotto sede dell'Atac.

L'Atac ha chiuso il 2010 con una perdita di 96 milioni di euro, e così l'azienda per il trasporto pubblico di Roma Capitale ha approvato già da tempo l'aumento del prezzo dei biglietti degli autobus, maggiorazione che entrerà in vigore da domani 25 maggio.
Quando si cominciò a parlare di aumento dei biglietti Atac a Roma, Marco Miccoli, segretario Pd capitolino, sottolineava che "il vergognoso scandalo di 'Parentopoli' dell'era Alemanno, che ha portato all'assunzione di oltre 4mila persone a tempo indeterminato e senza concorso nelle aziende comunali, ha di fatto scassato i conti delle stesse aziende".
Ora che l'aumento del prezzo del biglietto Atac è alle porte, anche i romani cominciano ad "indignarsi", prima sul web ma domani 25 maggio anche in Piazza.

Quanto costa il biglietto Atac a Roma? Tutte le tariffe del trasporto pubblico sono aumentate, come comunica il Comune di Roma, tra cui:
- il costo del BIT, biglietto ordinario, sale a 1,50 euro, con validità allungata da 75 a 100 minuti;
- il costo dell'abbonamento mensile personale costerà 35 euro, mentre quello impersonale 53 euro;
- il costo dell'abbonamento annuale passerà a 250 euro
- il biglietto valido per un giorno (BIG) costerà 6 euro, quello 3 giorni (BTI) 16,50 euro mentre il biglietto valido per sette giorni (CIS) passa a 24 euro.
Rimangono in vigore, naturalmente, varie agevolazioni tariffarie, come per studenti (anche se l'abbonamento passa obbligatoriamente da mensile ad annuale) e famiglie con reddito ISEE basso, che si potranno trovare nel dettaglio stilato dal Comune di Roma.

La protesta contro l'aumento del biglietto dell'autobus Atac Roma A guidare la protesta contro gli aumenti del prezzo del biglietto Atac è, in particolare, il "Comitato romano per le autoriduzioni" , che promuove per venerdì 25 maggio alle ore 13 una mobilitazione pubblica sotto la sede dell'Atac, in via Prenestina 45.
"Noi non ci stiamo" afferma in un post sul sito il 'Comitato romano per le autoriduzioni', spiegando: "In una città dove il traffico ci uccide, saremo sempre più costretti ad andare al lavoro in macchina, mentre aumenta il costo della benzina. Non vogliamo pagare per un servizio scadente. Non vogliamo pagare i debiti accumulati per la mala gestione e per i loro stipendi milionari! Vogliamo il ritiro del piano aziendale e il blocco dei licenziamenti. Vogliamo fermare la privatizzazione di ATAC. Vogliamo un trasporto pubblico per tutti e tutte, sia di giorno che di notte, che costi poco (o perché no che sia gratuito), che assicuri i diritti dei lavoratori, che renda lo spostamento in città non uno stress o un privilegio per alcuni, ma un servizio garantito ed efficiente".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: