le notizie che fanno testo, dal 2010

Aumenti bollette luce e gas: a luglio nuova stangata

A luglio ci si apsetta nuova stangata sulle bollette di luce e gas. Nomisma energia prevede infatti che aumenteranno rispettivamente di 1,5% e 2%. Ma ad ottobre, forse, il prezzo comincerà a scendere.

Non sembra esserci fine agli aumenti delle bollette. A partire da luglio, infatti, si prevede un incremento per il gas del 2%, mentre per la bolletta dell'elettricità l'aumento sarà pari all'1,5%.
Le stime degli aumenti sono state condotte dal centro studi Nomisma energia, in attesa delle decisioni ufficiali sulle tariffe dell'Autorità per l'energia.
Davide Tabarelli, presidente di Nomisma energia, spiega ai microfoni di "L'economia in tasca - Gr Rai", che gli aumenti sono causati principalmente al rincaro delle materie prime, come petrolio e metano, registrati nei mesi passati".
Ma Tabarelli anticipa anche che da ottobre ci saranno "delle riduzioni" visto che attualmente c'è un "calo delle quotazioni del petrolio".
Sembra quindi inoltre che nei prossimi giorni ci potrebbe essere, per lo stesso motivo, una diminuizione del prezzo della benzina, che potrebbe tradursi in una "riduzione alla pompa di 5-10 centesimi".
Ma sui possibili aumenti delle bollette interviene prontamente Federconsumatori e Adusbef, che sottolineano: "Già adesso, con gli aumenti scattati finora e con le nuove stime di aumento di Nomisma, il conto da gennaio è aumentato di circa 72 euro per l'elettricità e 78 euro per il gas. Cifre elevatissime, che risultano particolarmente gravi ed insostenibili per le famiglie".
"Anche nel campo dell'energia deteniamo il triste primato delle bollette tra le più care d'Europa" concludono qundi le due associazioni dei consumatori, precisando che "per far diminuire i costi dell'energia anche nel nostro Paese occorre effettuare una sana pulizia delle bollette, depurandole di tutti gli oneri, contributi e tasse che hanno un discutibile legame con i beni acquistati".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: