le notizie che fanno testo, dal 2010

James Gandolfini: morto a Roma il boss Tony Soprano. Brad Pitt: sventrato da perdita

Morto a Roma James Gandolfini, il boss italoamericano Tony Soprano nella serie televisiva I Soprano (1999-2007). James Gandolfini era atteso al Taormina Film Fest per un incontro con Gabriele Muccino. Tra i primi a commentare la scomparsa dell'attore anche Brad Pitt, con cui James Gandolfini ha lavorato in tre film.

E' morto ieri a Roma, all'età di 51 anni, l' attore italoamericano James Gandolfini, noto al grande pubblico soprattutto per aver interpretato il ruolo da protagonista, quasi assoluto, del boss Tony Soprano nella serie televisiva I Soprano (1999-2007). James Gandolfini sarebbe stato colto da infarto mentre si trovava nella sua stanza d'albergo a Roma, all'Hotel Esedra di Piazza della Repubblica. Soccorso dai sanitari del 118, James Gandolfini è stato trasportato d'urgenza al Policlinico, ma i medici non hanno potuto fare altro che decretarne la morte. James Gandolfini era atteso la prossima settimana al Taormina Film Fest in Sicilia, dove avrebbe partecipato ad un incontro con Gabriele Muccino. James Gandolfini lascia la moglie, la modella Deborah Lin, con cui si era sposato nel 2008, e due figli, di cui uno avuto dalla prima moglie Marcy Wudarski. Edie Falco, che interpretava la moglie del boss dei Soprano nella serie tv, commenta la notizia sottolineando: "L'amore tra Tony e Carmela rimarrà uno dei più grandi mai conosciuti". L'attrice ha quindi spiegato: "Sono scioccata e devastata dalla morte di Jim. Era un uomo di grande profondità e sensibilità, con una gentilezza e generosità di là delle parole - aggiungendo - Mi considero molto fortunata di aver trascorso 10 anni al suo fianco. Il mio cuore va alla sua famiglia". Tra i primi a commentare la morte di James Gandolfini è stato Brad Pitt, con cui ha recitato in tre film. "Sono sventrato da questa perdita" afferma Brad Pitt.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: