le notizie che fanno testo, dal 2010

Ansbach: attentatore giura fedeltà a ISIS in un video. Ma era malato di mente anche lui

Un profugo siriano si è fatto esplodere ad un concerto ad Ansbach, Germania, causando il ferimento di 15 persone. In un video il 27enne giura fedeltà allo Stato Islamico ma anche lui aveva "problemi mentali", come gli attentatori di "Orlando, Magnanville, Nizza e Wurzburg".

Anche lui era una persona con "problemi mentali" come ha definto l'Europol gli attentatori di "Orlando, Magnanville, Nizza e Wurzburg" e non basta quindi né una rivendicazione dello Stato Islamico né un video dove giura fedeltà ad al-Baghdadi a fare del 27enne profugo siriano, che si è fatto esplodere in un concerto ad Ansbach, un terrorista o un lupo solitario.

Mohamed Delel, che lo scorso anno si era visto vietare dalla Germania il diritto di asilo, era infatti considerato instabile psicologicamente ed aveva tentato già due volte il suicidio e per questo era stato ricoverato (a quanto pare senza troppo successo) in un centro psichiatrico.

Prima che si diffondese la notizia del video-giuramento, fu anche il ministro dell'Interno bavarese Joachim Hermann ad escludere la possibile la matrice islamica, viste le modalità di intervento dell'attentatore. L'uomo infatti ieri sera, attorno alle ore 22:00, ha perso la vita nell'esplosione dell'ordigno che portava addosso, causando il ferimento di 15 persone, di cui quattro in modo grave.

Ancora una volta l'ISIS rivendica la paternità dell'attentato ma con la stessa formula usata sia per la strage di Nizza che per l'aggressione sul treno a Wurzburg. L'agenzia Amaq spiega infatti che "l'operazione è una risposta alle richieste jihadiste di colpire i Paesi che partecipano alla coalizione contro l'ISIS". Quindi, delle due l'una: o l'ISIS arruola solo "malati di mente" (Mohamed Delel presentava ferite da guerra su tutto il corpo e segni di necrosi sui piedi e sulle gambe) oppure queste persone, per gli evidenti disturbi di cui soffrono, sono maggiormente influenzabili senza per questo avere però contatti diretti con il "califfo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: