le notizie che fanno testo, dal 2010

Pietro Mennea, malattia incurabile. Il ricordo di Daniele Silvestri

"Che nemmeno Mennea" è l'EP di Daniele Silvestri uscito circa un mese fa, ed oggi il cantante ricorda Pietro Mennea, morto per una malattia incurabile.

Solo l'8 febbraio sulla pagina Facebook di Pietro Mennea compariva il post, scritto dallo staff: "Eh no caro Daniele, nessuno può far meglio di Mennea... :)". Il messaggio era per commentare scherzosamente che era appena uscito l'EP di Daniele Silvestri dal titolo "Che nemmeno Mennea" (Sony), che anticipava l'album di inediti del cantante in uscita per primavera. E Daniele Silvestri ricorda Pietro Mennea, morto oggi per una malattia incurabile, pare un tumore (anche se in merito la famiglia ha sempre mantenuto il più stretto riserbo). "Mi sembra incredibile, ma Pietro se ne è andato" scrive su Facebook Daniele Silvestri, che racconta il suo primo incontro con Mennea: "Ho avuto la fortuna di parlarci neanche un mese e mezzo fa. Era stato subito gentile e disponibile all'idea che lo nominassi nel mio ultimo lavoro. Aveva solo chiesto un aiuto per la sua fondazione, e così avevo scoperto l'altro Mennea, quello dell'impegno verso i più sfortunati, a cui dedicava questa parte meno visibile ma ancora più nobile della sua vita". Nel 2006, infatti, Pietro Mennea apre con la moglie Manuela Olivieri la Fondazione Pietro Mennea, una onlus di carattere filantropico per diffonde anche lo sport e i suoi valori, promuovendo la lotta al doping. Daniele Silvestri spiega che sapeva della malattia di Pietro Mennea ma ammette: "Non avevo capito quanto era malato". "Speravo di incontrarlo di persona a breve, per abbracciarlo e ringraziarlo. - continua Daniele Silvestri - Non per questo piccolo omaggio che mi ha permesso di tributargli (cioè l'EP "Che nemmeno Mennea" scaricabile su iTunes, ndr) ma per il ditino alzato verso il cielo quando vinceva, che tanti bambini come me negli anni '70 e '80 alzavano per imitarlo, sognando di volare come quell'uomo magico, capace di rimanere imbattuto per 17 anni". "Di quel sogno lo ringrazio, e ancora di più di avermi fatto sentire così tante volte orgoglioso di essere italiano. - conclude il cantante - Grazie Pietro e buon viaggio". Verso quel ciel indicato da Mennea così tante volte, quante i suoi incredibili successi nell' atletica.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: